Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Sul Titano s’affaccia Godo, finalmente un test vero per i campioni tricolori

Alla giornata numero 4 di questo campionato di serie A (allargata) di baseball che non convince neanche un po’, arriva finalmente un confronto degno di nota per i campioni d’Italia del San Marino, che a Serravalle ospitano l’Hort@ Godo (playball stasera alle 21 e domani alle 20). Uno scontro al vertice in questo girone C prettamente emiliano romagnolo, una sfida che mette di fronte le uniche due realtà imbattute del raggruppamento (6-0 il record per entrambe). I titani, poi, sin qui sono andati via con un filo di gas, tanto che delle 6 partite disputate solamente una – garauno al ‘Falchi’ di Bologna con il Longbridge – è arrivata a fine corsa, cioè si è dilungata per le canoniche 9 riprese, mentre gli altri 5 incontri si sono risolti tutti anzitempo con la formula della ‘manifesta’ (12-1, 15-0 coi Falcons, 2-15 garadue col Longbridge, 0-18, 1-20 lo scorso weekend a Sala Baganza). Risultati che si commentano da soli, match che non servono né ai vinti, né ai vincitori, col manager sammarinese Bindi che in più di un’occasione non ha potuto completare la rotazione dei lanciatori voluta per… mancanza di inning. Ma in questo fine settimana l’equilibrio potrebbe far capolino. Una formazione, quella del ‘ravennate’, che verrà tenuta nella dovuta considerazione dal San Marino, non fosse altro per il precedente del 2021: prima della finale con la Fortitudo, infatti, solamente i Goti riuscirono a regalare un’amarezza alla truppa di Bindi. Un Godo che al momento ha le sue mazze più calde in Giacomo Meriggi (media battuta 526), Sabbatani (mb 421), Davide Meriggi e Servidei (mb 368 per entrambi). Sulla ‘collinetta’, tre successi a testa per i partenti Galeotti (2.00 il pgl dell’ex) e Garcia del Toro, pitcher dal ‘K’ facile (ben 35 strike-out in 16.2 inning, con un pgl di 1.08).

"I ragazzi prestano attenzione a qualsiasi avversaria, figuriamoci al Godo, squadra che merita il massimo rispetto e che già nel recente passato ci ha battuto – è sul ‘pezzo’ Bindi –. Giocano insieme da una vita e hanno giovani in gamba, dovremo farci trovare subito pronti". Questa sera lancerà Quattrini e il rilievo Mazzocchi (foto) non sarà disponibile per un problema fisico, mentre domani sarà al solito Quevedo lo starter. Dietro il piatto in garauno di accovaccerà Lino Correa, che potrebbe anche raddoppiare. Il biglietto costa 5 euro (gratis gli under 14). Ci si può inoltre abbonare (tessera Gold, valida per l’intera stagione, a 80 euro). Di fronte alla prima base sorge l’area hospitality, dove si può cenare vedendo la partita.

alb. cresc.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?