Capodanno 2020, tanti gli eventi a Rovigo (foto Donzelli)
Capodanno 2020, tanti gli eventi a Rovigo (foto Donzelli)

Rovigo, 31 dicembre 2019 - Dai brindisi in piazza alle feste private; dalla magia della musica al teatro Sociale ad un momento per ritrovarsi in casa, tra familiari ed amici risparmiando così sul listino dei ristoranti che per la notte più lunga dell’anno sfoderano a volte menu che fanno girare la testa. Altro che alcool. Per l’occasione il Comune ha vietato, in prossimità di piazza Vittorio, sia la somministrazione e la vendita di bevande in vetro e in lattina, sia di far scoppiare fuochi d’artificio e petardi. ll sindaco Edoardo Gaffeo e gli assessori ad eventi e manifestazioni Roberto Tovo e alle politiche giovanili Erika Alberghini, che hanno organizzato il Capodanno in città, invitano tutti a partecipare. "Per divertirsi bene – il loro ammonimento – bisogna anche rispettare delle buone prassi".

Leggi anche Capodanno 2020, il cenone alternativo fa boom: addio lustrini - Il galateo di Capodanno, i consigli delle esperte

Il piano sicurezza vieta non solo di lanciare petardi, botti o fuochi d’artificio ma anche di accendersi una sigaretta per evitare fiamme, quelle in questo caso dell’accendino, sul listone. Questo vale in tutta l’area dove si svolge la manifestazione. Inoltre, verranno chiuse alle auto via Cesare Battisti all’altezza di Corso del Popolo e via Cavour all’altezza di vicolo Venezze. L’uscita da vicolo Venezze sarà su via Cavour verso piazza Merlin. Capodanno in piazza Vittorio Emanuele II vuol dire divertimento firmato da Timothy Cavicchini e gli Ostetrika Gamberini. Non saranno però i soli.

Prima di loro si esibiranno la cantante pop Katrin Roselli e tre esponenti del collettivo rap «Sisma Records». In seconda serata, per dare inizio al nuovo anno, accenderà la piazza con la sua musica Jimmi Cash. La direzione artistica è di Riccardo Merlini, noto batterista e booking manager dell’agenzia organizzatrice dell’evento, mentre il presentatore sarà Paolo De Grandis, storica voce di Delta Radio. Per l’occasione il Comune ha vietato, in prossimità di piazza Vittorio, sia la somministrazione e la vendita di bevande in vetro e in lattina, sia l’utilizzo di fuochi d’artificio e petardi. Le iniziative proseguiranno poi il 1° gennaio alle 17 al Teatro Sociale con il consueto concerto di Capodanno. Sarà un grande appuntamento musicale con l’orchestra sinfonica delle terre verdiane, diretta da Stefano Romani, che si esibirà con musiche di J. Strauss, R. Strauss, P. I. Tchaikovsky e G. Rossini.

Nonostante le molte iniziative organizzate in città alcuni hanno scelto di passare il Capodanno altrove, mentre altri preferiscono trascorrerlo a casa con i propri cari. "Negli ultimi 30 anni – racconta Andrea Braccioli, avvocato – la notte di Capodanno sono sempre andato a letto presto. Recentemente mi è capitato solo una volta di festeggiare con amici. Per il resto la notte di Natale e quella di Capodanno la passo sempre in famiglia. Essendo astemio non faccio nemmeno il brindisi. La cosa importante per me è arrivare per primo il 1° gennaio alle piste da sci". "Per Capodanno – racconta Andrea Garbellini, rappresentante d’istituto del liceo Celio-Roccati – vado a una festa privata a casa di un amico. Ci sarà parecchia gente, musica, giochi da ta volo. Ci divertiamo in vari modi. Abbiamo deciso di rimanere a dormire lì. Siamo personali responsabili – precisa – di certo non ci mettiamo a guidare dopo aver bevuto. Abbiamo inoltre intenzione di mangiare insieme qualche piatto tipico della tradizione".

"L’ultimo dell’anno – spiega Lauro Osti – non andrò per locali, resterò a casa con la mia famiglia, un momento in più per concludere quest’anno nella speranza che il 2020 sia altrettanto ricco di gioie". "A Capodanno – spiega Damiano Ceglia, barista del Franchin –, pur essendo un giorno festivo, sarò al lavoro. Tutto sommato non mi dispiace, visto che sarò insieme ai miei amici e colleghi. Visto che il Comune si è adoperato per portare la musica spero che venga tanta gente".

"Noi – raccontano Diletta Lazzari e David Fusaro – saremo in piazza Vittorio a divertirci con la musica, siamo molto contenti per l’iniziativa del Comune. Pensavamo di andare a Ferrara, invece abbiamo deciso di restare a Rovigo". "Il mio Capodanno – afferma Giacomo Piffanelli, rappresentante d’istituto del liceo Celio-Roccati – si svolgerà in casa con gli amici più stretti, per il loro ultimo San Silvestro da liceali. Sarà l’occasione per ringraziarli del fantastico anno passato insieme e per iniziare il 2020 pieno di prospettive e di buoni propositi». "Il 31 dicembre – racconta Ilaria Chiodi, fioraia – iniziamo già a prepararci per l’Epifania. Alle 17 chiudo il negozio e torno a casa per passare il Capodanno in famiglia". E dopo la mezzanotte basta fare un salto in piazza, panettone per tutti.