La presentazione delle Giornate Fai di Autunno 2019 (Foto Donzelli)
La presentazione delle Giornate Fai di Autunno 2019 (Foto Donzelli)

Rovigo, 11 ottobre 2019 - Tornano le giornate Fai d’autunno, domani e domenica, e avranno come filo conduttore la riscoperta della bellezza della città di Rovigo e di alcuni suoi angoli spesso inesplorati, mentre a livello nazionale la macro-tematica sono i 200 anni dalla scrittura dell’Infinito del grande poeta Giacomo Leopardi. L’iniziativa, organizzata da Fondo Ambiente Italiano, è stata presentata presso il Salone d’Onore di Palazzo Nodari ieri mattina. Il primo percorso è dedicato agli artisti Giovanni Biasin e al figlio Vittorio.

La prima tappa sarà all’Accademia dei Concordi per la mostra temporanea «Giovanni Biasin, gli scorci di Rovigo, i taccuini». Alle 10.30 di domani si terrà una conferenza di presentazione della mostra con la curatrice, ovvero la dottoressa Alessia Vedova. Seguirà una tappa alla loggia dei Notari con l’ufficio del Sindaco con dipinti proprio di Giovanni Biasin. Si continuerà il percorso a Palazzo Gobbati, eccezionalmente aperto al pubblico, un altro angolo di rarità artistiche della città.

Quarta tappa di questo percorso sarà il Teatro Sociale con la sua maestosità e la sua grande storia alle spalle. Ma non è tutto perché ci sarà anche un secondo percorso tutto dedicato al rugby per «La città in mischia» con l’apertura nella giornata di domani dello Stadio Mario Battaglini. Sarà organizzato un percorso all’interno dello stadio dedicato alla storia della Femi-Cz Rugby Rovigo Delta per accedere poi agli spogliatoi, ai trofei e ai cimeli. Le visite partiranno dalle 10 del mattino e continueranno nella giornata. I visitatori saranno accompagnati nelle visite dai giovani volontari che sono il cuore pulsante del Fai. Quota di partecipazione di 5 euro per il percorso artistico, 3 euro per quello sportivo.