Maggio rodigino, la presentazione
Maggio rodigino, la presentazione

Rovigo, 9 aprile 2019 - La Rovigo che piace è pronta a fiorire. Nel mese delle rose, il Maggio rodigino, presentato nel salone di palazzo Nodari, riparte con una terza edizione piena di proposte per tutti i gusti. Dallo sport all’arte, dalla musica al teatro, il prossimo mese di maggio sarà una festa della cultura e per la cultura. Il tutto è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra il professore Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo sviluppo del Polesine, Luigi Costato, presidente della Fondazione Banca del Monte e l’amministrazione comunale.

Ben 28 eventi andranno ad aggiungersi ai consueti festival di successo come Rovigoracconta, Contaminazioni, Festival biblico e Rovigo Comics. «Ci teniamo a far andare bene le cose – ha detto il sub commissario Antonello Roccoberton –. C’è dunque tutto l’appoggio da parte dell’amministrazione per poter consentire lo svolgimento dei momenti in programma».

«Ci stiamo avvicinando a quella che possiamo definire la primavera della cultura – ha aggiunto il professore Santato –. Sarà ricreato un parco letterario pieno di voci, suoni, colori attraverso le vie della città come se ci trovassimo nello spazio di una agorà».

Circa 40 sono le proposte arrivate tramite il bando di concorso e di esse ne sono rimaste 28. Alcune faranno parte dei vari momenti curati dai festival, alcune invece sono targate «Maggio rodigino». Tra queste ultime figurano gli appuntamenti di «Tra scuole e teatro» con Teatro Nexus e Noi Rovigo, la conferenza «L’acqua motore della Natura. Dal codice Leicester di Leonardo Da Vinci al nostro Polesine» curata dagli allievi del liceo scientifico Paleocapa, un tunnel di battuta proposto dal baseball softball club della città in pieno centro storico, l’evento «Dog & the city» a cura del rifugio Cipa.

Non mancheranno riflessioni sull’ambiente come «Bimbimbici» con Fiab, sull’uguaglianza con «Uniti nella diversità» a cura di Rhodigium Basket le ragazze della nazionale di basket femminile sorde e sulla raccolta differenziata con «Io differenzio», evento organizzato dall’associazione «Gli amici di Elena».

L'evento di apertura è previsto per il 2 maggio alle 21 con il concerto barocco a cura del conservatorio Venezze nella chiesa della Rotonda ma il viaggio continuerà tra i musei della città, con il Rotary Club in piazza Annonaria, con la start up D&M che presenterà il mondo dei papiri di laurea con «papiRo».

E ancora teatro con il Romeo e Giulietta proposto dalla Bottega delle arti e le riflessioni dello spettacolo conferenza «Il coraggio in Rosa» a cura di Minimiteatri per parlare di mafia sul territorio. Si chiude il 26 maggio, giorno delle elezioni comunali, con «Casarun» di Mattia Casarin quando tutti, correndo, avranno l’onere e l’onore di indossare una fascia da sindaco per essere cittadini consapevoli nel giorno del voto.