Il governatore Luca Zaia
Il governatore Luca Zaia

Rovigo, 18 gennaio 2020 - Maxi operazione di potenziamento tecnologico ed anche per i numeri del parco veicoli destinato agli interventi sanitari in emergenza-urgenza nella regione Veneto, con un investimento di 21 milioni 779mila euro. Azienda Zero della Regione ha chiuso una gara grazie alla quale stanno per essere immesse in servizio 147 ambulanze. Si tratta di 59 mezzi per le aree urbane ed extraurbane pianeggianti; 66 per uso montano o sterrato; 7 per persone obese; 27 automediche; 15 ambulanze specifiche per le necessità di Croce Verde Verona. I mezzi cominceranno ad essere distribuiti in primavera alle Usl che ne hanno fatto richiesta e che le potranno utilizzare a seconda delle rispettive esigenze, di rinnovo del parco mezzi disponibile, o di rafforzamento numerico.

"Questa gara – dice il presidente della Regione Luca Zaia – è unica in Italia sia per i grandi numeri dei mezzi, sia per l’elevatissimo standard qualitativo che abbiamo richiesto e ottenuto, investendo un cifra importante, ma riuscendo anche a risparmiare 2 milioni di euro che reinvestiremo all’interno del sistema. Migliorare risparmiando si può: è un messaggio che spero venga presto recepito in tutta Italia, alla quale mettiamo a disposizione volentieri la nostra esperienza di best practice".

Azienda Zero ha ottenuto anche la fornitura di apparecchiature elettromedicali a corredo della dotazione standard all’interno dei veicoli. "Con questa operazione – dice Zaia – andiamo a rafforzare il parco mezzi di un sistema Suem 118 che sforna ogni anno dei record nazionali, relativamente alla popolazione assistita. Il report sull’attività 2019, appena elaborato, dice che elicotteri, ambulanze, auto mediche e sanitari hanno compiuto 369.610 missioni e che le sale operative 118 hanno gestito 669.670 chiamate. Più di mille missioni al giorno testimoniano di una macchina gigantesca, ben organizzata, altamente professionale, capace di arrivare in tempo ovunque e di salvare tante vite. Ne siamo orgogliosi e siamo grati a tutti gli operatori che ogni giorno volano e corrono in aiuto di chi sta male".