Uno scatto che ritrae un carabiniere durante un servizio di controllo (foto di repertorio)
Uno scatto che ritrae un carabiniere durante un servizio di controllo (foto di repertorio)

Rovigo, 14 agosto 2019 – Accecato dalla delusione, dopo essere stato respinto dall’amata, avrebbe deciso di sfogare la sua rabbia prendendo di mira l’auto della donna, una Citroen C3 parcheggiata a San Martino di Venezze. L’uomo avrebbe infatti pensato di vendicarsi di quell’amore non ricambiato, forando gli pneumatici del mezzo di proprietà della donna. Dopo avere individuato il veicolo lungo una via del paese, è entrato dunque in azione, forando le ruote dell’auto che pensava essere di chi lo aveva appena respinto. Peccato però che la Citroen presa di mira dal 39enne rodigino non fosse quella della donna, ma di un residente estraneo alla sofferta vicenda amorosa.

Denunciato, il 39enne rodigino ora dovrà dunque difendersi dall’accusa di danneggiamento. A portare alla luce il singolare episodio, avvenuto a fine giugno, sono state le indagini dei carabinieri della stazione di San Martino di Venezze ai quali si era rivolto il proprietario di una Citroen C3 dopo essere stato vittima di un atto vandalico. Il giovane, residente in paese, aveva infatti raccontato di avere parcheggiato l’auto a pochi metri dalla sua abitazione, ritrovandola successivamente con le quattro ruote completamente a terra. A conclusione dell’indagine, dopo l’analisi dei sistemi di videosorveglianza della zona, i carabinieri della stazione di San Martino di Venezze hanno tirato le somme e denunciato il 39enne. Secondo la ricostruzione dei militari, l’uomo avrebbe infatti confuso l’auto del malcapitato con quella in uso ad una donna di cui si era invaghito. Il 39enne, in preda probabilmente ad un colpo di rabbia, avrebbe deciso di vendicarsi prendendo di mira il mezzo della sua amata, prendendo però un granchio clamoroso. Un errore che ora potrebbe costargli caro.