Franco Monaco, 74 anni di Frassinelle, fabbro in pensione, sabato sera si è ferito gravemente in casa propria. Ora è all’ospedale di Rovigo, in terapia intensiva, con prognosi riservata. Su cosa sia successo esattamente c’è permane al momento un velo di mistero. Sembra che il signore stesse armeggiando con un proiettile di quelli da caccia. E probabilmente con qualche altro oggetto. Fatto sta che il proiettile gli sarebbe esploso ferendolo in faccia e alla testa. Un incidente, appunto, non un gesto volontario. Infatti non ci sarebbero armi di mezzo: pistole o fucili. Ma solo la munizione. C’è stata la necessità dell’immediato trasporto dell’anziano al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo. La moglie era preoccupatissima e ne aveva motivo, infatti al marito dopo un primo controllo gli sono state diagnosticate lesioni gravi alla testa, tanto da costringere al suo ricovero in terapia intensiva ed ora la prognosi è riservata. Si tratta di una vicenda che ha visto l’intervento anche dei carabinieri. Frassinelle è sotto il territorio di competenza della stazione di Canaro che a sua volta dipende dalla Compagnia di Castelmassa. Il responsabile, da poche settimane arrivato in Polesine, è il capitano Paolo Li Vecchi il quale ha confermato che l’ipotesi sul tavolo è quella dell’incidente domestico. Decisivo sarà il colloquio con il ferito, al momento non ancora possibile proprio per via delle sue condizioni di salute.

t. m.