Una donna dopo la violenza (foto repertortio)
Una donna dopo la violenza (foto repertortio)

Rovigo, 11 dicembre 2'019 - Elidon Muca, 28 anni albanese, ieri è stato condannato dal giudice Laura Contini a 2 anni e 6 mesi di reclusione, più 6 mila euro di risarcimento per maltrattamenti in famiglia. Gli episodi, da agosto a dicembre del 2016, si sarebbero svolti a Stienta. La vittima sarebbe la ex compagna.

L’anno scorso, da imputato, era stato interrogato in aula. Ha negato di aver picchiato la compagna ed ha spiegato che le querele nei suoi confronti nascono dal fatto che la madre della sua ex non avrebbe mai accettato la sua presenza.

Tra le domande rivolte all’imputato ce n’era stata una anche legata ad un cane al quale lui avrebbe accorciato le orecchie tagliandogliele dentro casa, senza particolari precauzioni o accorgimenti. Lui però ha spiegato di averlo fatto assieme ad un amico e connazionale che in quel periodo viveva con loro che in Albania faceva il veterinario.

Durante l’udienza, a fine novembre del 2018, ha testimoniato anche un informatico che conosceva la coppia dichiarando di non sapere nulla riguardo ai presunti maltrattamenti. Una persona che frequentava la casa dove l’albanese viveva con la compagna per amicizia. Testimonianze che non hanno convinto il magistrato.