Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 gen 2021

Gli studenti creano con una ‘Rosa purpurea’ . Galleria sul web

Castelmassa, i ragazzi del liceo artistico ‘Munari’ in campo per aiutare la Lega italiana per la lotta contro i tumori

21 gen 2021
La dirigente scolastica Maria Elisabetta Soffritti
La dirigente scolastica Maria Elisabetta Soffritti
La dirigente scolastica Maria Elisabetta Soffritti
La dirigente scolastica Maria Elisabetta Soffritti
La dirigente scolastica Maria Elisabetta Soffritti
La dirigente scolastica Maria Elisabetta Soffritti

A Castelmassa il liceo artistico ‘Bruno Munari’, in collaborazione con la Lega italiana per la lotta contro i tumori, ha invitato gli studenti e le studentesse a farsi portavoce di un importante messaggio di speranza, favorendo la prevenzione e un sano stile di vita oltra all’aggregazione sociale e scambi culturali all’interno del territorio nazionale. Le linee generali seguite sono quelle dell’Organizzazione mondiale della sanità, il progetto ‘Rosa purpurea’, attivato in sinergia con diverse associazioni, è seguito dai docenti Mario Sguotti, Davide Vallin e Linda Beltrame, tutti in forza al corpo docente del corso serale, annovera una ventina di opere create dagli studenti Roberta Bononi, Simona Rossi, Lorena Boldrin, Davide Ridolfi, Gian Pietro Ravagnani, Agatino Furnari, Lorenza Bignardi, Arianna de Zan, percorre il mondo femminile dall’interno di un reportage emozionale finalizzato alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Un progetto, come detto, sostenuto dalla Lega Italiana per la lotta contro i tumori di Rovigo, rappresentato dalla presidente Maria Iside Bruschi. "I lavori – spiega la presidente – a causa della pandemia sono momentaneamente visibili esclusivamente on line all’interno della galleria nel sito legatumorirovigo.it e nella pagina Facebook della nostra associazione provinciale. A giugno ci auguriamo di riuscire a realizzare una mostra in presenza". Studentessa del corso serale particolarmente coinvolta nel progetto è Lorenza Bignardi che, condividendo la personale esperienza con la malattia, si fa cassa di risonanza dei diritti delle donne nella lotta contro il tumore al seno. "Nel mio caso – afferma Lorenza – ho dovuto affrontare la malattia durante la gravidanza e, nonostante la forza che percepivo dentro di me, mi sentivo sola. Le donne che non sono state colpite da questa patologia non riescono a capire il disagio e i problemi fisici che una donna deve affrontare. Personalmente ho avuto al fortuna di essere forte come persona e di avere qualcuno ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?