Incidente a Lendinara, morto un anziano cicloturista
Incidente a Lendinara, morto un anziano cicloturista

Rovigo, 7 giugno 2019 - Incidente, questa mattina presto, Lendinara: un anziano cicloturista è morto dopo essere stato travolto, mentre era sulla sua bici, da un'auto 'pirata' che è poi fuggita facendo perdere le tracce ed è stato idetificato dai carabinieri tre ore dopo: accusato di omicidio stradale, è stato arrestato Davide Zambello, cuoco 31enne di Lendinara. 

La vittima si chiamava Riccardo Ferrari, 75 anni, residente in Svizzera. L'uomo, nel percorrere in sella alla propria bicicletta la strada regionale 88, giunto altezza km. 11+300, è stato tamponato da un mezzo che è poi fuggito senza prestare soccorso. Ferrari è morto all'istante. Sul posto sono intervenuti il Suem 118 e i carabinieri di Rovigo. 

Zambello è stato identificato grazie all'analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza, sia pubblici sia privati, lungo la strada regionale 88, che collega Badia Polesine con Lendinara. 

Il cuoco 31enne, con precedenti per guida in stato di ebbrezza, era alla guida della sua Fiat Grande Punto, quando, appunto, ha investito il ciclista dandosi alla fuga senza prestare soccorso. Le immagini mostrano l'automobilista fermarsi, dopo pochi metri, per recuperare alcuni frammenti del suo paraurti danneggiato, per poi riprendere la strada di casa. 

Proprio a casa sua è stato raggiunto dai carabinieri e arrestato, ora si trova nel carcere di Rovigo. 

Zambello è stato sottoposto a esami tossicologici per verificare lo stato di alterazione psicofisica, per la sua auto è scattato il sequestro. Le indagini sono coordinate dal pm Andrea Bigiarini.