Cronaca"La campagna delle badanti. Per gli anziani"

"La campagna delle badanti. Per gli anziani"

Sindacati in azione per invitare i lavoratori del settore a vaccinarsi. Agli sportelli scatta l’operazione, con appelli multilingue

Migration

UNA CAMPAGNA informativa multilingue mirata al settore e al mondo delle badanti, questo l’impegno dei sindacati per invitare i lavoratori del settore che ancora non hanno effettuato il vaccino a farsi avanti. Cittadini che operano a stretto contatto con persone anziane, le cui famiglie chiedono garanzie per non mettere in pericolo i propri cari che rappresentano fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria una delle categorie maggiormente esposte. "La figura dei collaboratori domestici è molto particolare – spiega Elena Maria Vannelli, segretaria generale Fiscasat Cisl Padova e Rovigo –. Più della metà non è regolarizzata contrattualmente e coloro che lo sono subiscono dei limiti a livello di legge. Non sono riconosciuti come operatori sanitari e non hanno obbligo vaccinale – precisa ancora –. Tra coloro che lo hanno fatto tra l’altro, questo un altro aspetto non di poco conto, ci sono anche persone il cui tipo di vaccino qui non viene riconosciuto". Nonostante lo stato italiano sia l’unico ad aver sottoscritto un contratto nazionale per questa figura le difficoltà sono numerose, a partire dalla comunicazione, minata dalla barriera linguistica. Per loro è nato un ente bilaterale, per aiutarle ad informarsi nel modo più corretto dato che spesso si appoggiano a canali non italiani...

Hai già un abbonamento?
Questo articolo è riservato agli abbonati

Accedi senza limiti a tutti i contenuti di ilrestodelcarlino.it e dei siti collegati.Naviga senza pubblicità!

ABBONAMENTO SETTIMANALE

0,99 € a settimanaper 6 mesi. A seguire 2,49 € /settimana
Nessun vincolo di durata. Disdici quando vuoi
mese
anno
Oppure

Accesso per un giorno

0,99 € per 24hSenza rinnovo automatico
Scopri tutte le offerte di abbonamento