Autovelox acchiappa Rc auto
Autovelox acchiappa Rc auto

Rovigo, 23 aprile 2015 - «È una vergogna!». Questo il grido di protesta di Ildo Zanellato, un pensionato di Porto Viro che nei giorni scorsi è stato pizzicato da un autovelox e multato per aver superato di un kilometro orario il limite di velocità consentito dalla legge. Sembra uno scherzo, ma in realtà, l’uomo, 65 anni, ha dovuto pagare al Comune di Villadose una contravvenzione di 45 euro per l’infrazione commessa. Una multa che può apparire minima, ma che diventa importante per una persona che vive con una pensione di 900 euro al mese. Ildo Zanellato, residente a Porto Viro, stava tornando dall’ospedale ‘Santa Maria della Misericordia’ di Rovigo dove si era recato per un prelievo del sangue. L’uomo stava percorrendo con la sua vettura il tratto stradale che da Rovigo va verso Adria, che passa proprio per Villadose. Al transito dell’auto il rilevatore di velocità che si trova posizionato proprio sul ciglio della strada non ha perso un secondo ed ha fotografato la targa della vettura. La multa è stata recapitata a casa di Ildo Zanellato dopo qualche giorno con una raccomandata.

Il tempo di capire e di riprendersi dall’incredulità di quanto accaduto e l’uomo, spinto dal senso di onestà e del dovere, è andato subito a pagare la contravvenzione. Il boccone però, è stato amaro da digerire per il pensionato. «È inammissibile – sbotta imbufalito, Ildo Zanellato –, sono andato per un controllo in ospedale e sono passato piano davanti al velox. Non è giusto penalizzare in questo modo un povero pensionato che è andato a fare una visita all’ospedale. Per me 45 euro non sono pochi. Com’è possibile che un cittadino debba essere vessato in questo modo? Io sono del parere che questo sia un espediente messo in atto dai Comuni con il solo obiettivo di fare cassa».

La multa, in realtà, sarebbe stata di 56 euro, ma se pagata entro in primi cinque giorni, la quota da versare nelle casse del Comune di Villadose è di 45 euro. Lungo la statale, nel tratto in cui è stato installato il velox, il limite consentito di velocità è di 70 km/h. A quanto pare però, secondo quanto indicato dal verbale, il signor Ildo Zanellato viaggiava ai 76 e una volta tolti i cinque chilometri di tolleranza ne è rimasto uno solo che, in automatico, ha fatto scattare la contravvenzione contro lo ‘spericolato’ autista.