In occasione di Expo scuola, ospitata all’interno della fiera campionaria di Rovigo, si terranno due convegni. Domani, alle 10 in sala Rigolin, convegno intitolato ‘Il futuro dell’enogastronomia è la sostenibilità: esperienze a confronto’. Relatori saranno l’Ente Parco del Delta del Po, Eurovo spa, azienda agricola Fracasso, Chef stella verde PierGiorgio Siviero di Lazzaro1915. Il...

In occasione di Expo scuola, ospitata all’interno della fiera campionaria di Rovigo, si terranno due convegni. Domani, alle 10 in sala Rigolin, convegno intitolato ‘Il futuro dell’enogastronomia è la sostenibilità: esperienze a confronto’. Relatori saranno l’Ente Parco del Delta del Po, Eurovo spa, azienda agricola Fracasso, Chef stella verde PierGiorgio Siviero di Lazzaro1915. Il convegno è stato organizzato dall’istituto alberghiero di Adria. Sempre domani, alle 10, nella sala Bisaglia si terrà il convegno ‘A scuola con le istituzioni’. Relatori: il sindaco Edoardo Gaffeo, Stefano Baro, amministratore Unico Censer Srl, Primo Vitaliano Bressanin, presidente Interporto di Rovigo spa, Paolo Armenio, vice presidente di Confindustria Venezia Rovigo, Marco Trombini, presidente di Ecoambiente Rovigo, Andrea Bimbatti, presidente Polaris srl, Antonio Bombonato, vice presidente del cda di Acque Venete, Monica Guariento, responsabile dell’ufficio formazione e lavoro della camera di commercio Venezia -Rovigo, Claudio Ronda, direttore artistico Fdz. Saranno presenti gli studenti degli istituti superiori della provincia. La fiera porterà cambiamenti nella cosiddetta routine della città. Il comune annuncia che, in occasione della manifestazione, martedì 26 ottobre, il mercato settimanale non si farà. Conto alla rovescia anche al Censer dove si sono le attrazioni del luna park. Un settore che da quasi due anni è fermo o lavora a basso regime, a causa della pandemia da Covid-19. "Siamo fermi da quasi due anni – spiega Dino Bisi, storico titolare di una pista di auto-scontro –. Abbiamo fatto qualcosa nei mesi estivi, ma si tratta di piccole cose. L’anno scorso avevamo tentato in occasione dell’ottobre rodigino, ma dopo pochi giorni avevamo dovuto sbaraccare tutto a causa dell’annullamento dell’evento. Ora siamo pronti a ripartire, confidiamo in una buona risposta da parte della cittadinanza, l’entusiasmo comunque sembra non mancare".

a. c.