Rovigo, 9 aprile 2018 - Olio scuro buttato sul muretto in piazza XX Settembre. Non si sa chi sia stato, le forze dell’ordine in queste ore stanno indagando sull’episodio. Ma potrebbero non essere stati i giovani che, soprattuto la sera, e soprattutto d’estate, utilizzando la piazza come punto di ritrovo. Quando l’altra sera l’atto vandalico è stato segnalato sono intervenuti le Volanti della polizia ed i vigili del fuoco. Ma è servita una ditta specializzata per portare a termine un accurato lavoro di pulizia.

Anni fa il retro della chiesa della Rotonda, piazzale Soccorso, è stato dotato di telecamere che però non coprono tutti gli spazi utilizzati dai ragazzi per ritrovarsi. Il vicinato si lamenta da anni per schiamazzi e per la quantità di bottiglie, mozziconi, scritte sui muri ed in generale per la sporcizia. La sera il portico della Rotonda è buio e sui gradini delle enormi porte chiuse si siedono gruppi di adolescenti. Si sentono sghignazzare, ogni tanto si vedono le luci degli accendini accendersi e spegnersi a intermittenza. È un luogo molto affollato, soprattutto d’estate. Su muretto che costeggia il prato, fino a via Silvestri, ci sono decine di ragazzi. Al momento non si sa ancora con certezza a chi attribuire la responsabilità dell’episodio e dei danni che sono stati provocati. Può essere che a tarda notte cambino le persone che frequentano quella zona. Fatto sta che fino ad oltre la mezzanotte, si creano situazioni di degrado in piazza XX Settembre e ai piedi della Rotonda.

Le telecamere ci sono ma senza la copertura a 360 gradi, chi delinque probabilmente lo sa e si sposta in zona done non può essere visto. Il Comune vorrebbe dotare la piazza di una copertura migliore. Tanti sono stati gli interventi della polizia, perché le case sono proprio lì, si affacciano sulla piazza. E molti hanno le camere da letto che, di fatto, sono a qualche metro dal muretto dove i giovani chiacchierano a volte fino a tarda sera. Lì, nella parte antistante la chiesa, le telecamere non ci sono. In questo caso i filmati non potranno essere d’aiuto agli inquirenti per scoprire i colpevoli dell’imbrattamento da poco successo.