Da sinistra: Lorenzo Maggio, Salvatore Gibilisco e Giancarlo Macrì (Foto Donzelli)
Da sinistra: Lorenzo Maggio, Salvatore Gibilisco e Giancarlo Macrì (Foto Donzelli)

Rovigo, 28 febbraio 2018 - I carabinieri di Rovigo hanno denunciato quattro nomadi, residenti nei campi rom di San Bellino e Ferrara, per sequestro di persona e rapina. Tutto ha inizio il 10 giugno del 2017 quando dei banditi incappucciati fanno irruzione attorno alle 23 in un’abitazione di campagna a Lendinara.

I due coniugi di 80 e 77 anni vengono minacciati con un fucile e schiaffeggiati. I banditi dopo aver distrutto la casa in cerca di una cassaforte che non c’era, se ne sono andati con un bottino di 1200 euro e un orologio. I due anziani terrorizzati hanno chiamato il 112 e i carabinieri si sono messi subito alla ricerca dei fuggitivi. Al termine degli accertamenti, fra cui diverse perquisizioni nei campi nomadi, i carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore Andrea Girlando, hanno denunciato quattro nomadi, tra cui un 16enne.