La premiazione
La premiazione

Adria (Rovigo), 9 dicembre 2018 - Namik Shemuni, nel giorno del suo 55° compleanno, è stato premiato per avere salvato la vita ad una donna di 68 anni tuffandosi nel Canalbianco. «I consiglieri di minoranza ci hanno invitato a dargli un riconoscimento – ha spiegato il sindaco di Adria Omar Barbierato –. E’ anche il suo compleanno e così ne approfittiano per fargli gli auguri».

LEGGI ANCHE Namik, l’eroe per caso di Adria

Namik  Shemuni è arrivato ad Adria dall’Albania. «Mi considero – ha detto con semplicità tra i banchi del consiglio comunale di Adria – una persona come le altre. Il mio gesto è stato spontaneo. Voglio precisare che la mia famiglia mi ha sempre insegnato ad aiutare il prossimo. Ma le persone veramente in difficoltà, non quelle che fanno finta». Poi ha raccontato che domenica 2 dicembre, cioè il giorno che ha salvato la donna, stava sistemando la porta dell’abitazione nella quale vive. Erano le 10,30, e in quel momento passava di lì un signore che conosceva. «Mi ha chiesto se avevo un bastone perché c’era una persona che stava annegando – racconta ricostruendo quei momenti –. Allora ho preso la scopa, mi sono avvicinato al canale e quando ho visto la scena mi sono spogliato e tuffato in acqua. Non mi aspettavo che il Canalbianco fosse tanto profondo».

Nel portare la donna a riva, quando era ormai approdato, Namik è stato aiutato da altre persone che avevano assistito al salvataggio. Poi sono arrivati i carabinieri, i vigili del fuoco, l’ambulanza. «Sono ritornato a casa e ho ripreso il lavoro che stavo facendo – continua –. Sono stato chiamato a ritornare sul posto perché le forze dell’ordine volevano parlare con me e mi hanno dato anche un riconoscimento. Per me è normale comportarmi così – ripete ancora –, l’ho fatto per senso di umanità e seguendo il mio impulso». Ha raccontato di essere stato invitato anche in alcune trasmissioni televisive ma ha risposto che non ci può andare in tv, perché gli scade il contratto di lavoro come elettricista. «Tra l’altro non sono in cerca visibilità», ha aggiunto. Il sindaco Omar Barbierato e il consigliere di minoranza Lamberto Cavallari hanno quindi consegnato il riconoscimento a Namik e insieme hanno letto le motivazioni alla base dell’onorificenza. «Il gesto di Namik è stato fatto per umanità, è un esempio per tutti», ha sottolineato Cavallari. E’ intervenuto anche il consigliere di opposizione Massimo Barbujani che ha fatto i complimenti Shemuni. Il sindaco gli ha stretto le mani in modo caloroso, tra la commozione.