Sandro Finotti è morto nell'incidente di Chioggia
Sandro Finotti è morto nell'incidente di Chioggia

Porto Tolle (Rovigo), 22 ottobre 2019 - Sandro Finotti, 51 anni di Donzella (Porto Tolle), è morto ieri mattina a seguito di un incidente stradale in cui è stato coinvolto in località Isola Verde di Chioggia (Venezia), nel tratto tra Ca’ Lino e Sant’Anna. Finotti faceva l’imbianchino per una ditta di Cà Tiepolo e stava andando a Chioggia per lavoro. Finotti viaggiava su un furgoncino quando alle 7,30 si è scontrato con un camion di grosse dimensioni. I pompieri arrivati da Mestre con l’autogru hanno messo in sicurezza i mezzi finiti fuori strada a ridosso del canale ed estratto l’autista dal Fiat Doblò rovesciato.

Purtroppo nonostante i soccorsi il personale medico del Suem 118 ha dovuto dichiarare la morte del 50 enne di Porto Tolle. Illeso invece l’autista del mezzo pesante. Il camion dell’Alba logistica e trasporti di Belluno viaggiava in direzione Ravenna sulla Romea, la Statale 309 tristemente nota per il tasso elevatissimi di incidenti mortali. Il conducente è un cittadino rumeno, coetaneo della vittima. L’impatto tra i due mezzi è stato devastante per quello più leggero che è stato trascinato fuori strada quasi dentro al canale che si incrocia poco dopo il ponte sul Brenta. Dei rilievi si è occupata la polizia locale.

A ricordare Sandro Finotti è Cristian Bertaggia, il titolare della ditta Euroservice di Cà Tiepolo che si occupa di edilizia, in particolare di tinteggiature. «Una persona che si era dedicata al lavoro, non aveva famiglia, aveva un papà anziano e abitavano insieme — racconta Bertaggia —. Una famiglia che aveva avuto un’altra disgrazia. È morto un fratello in maniera identica 20 anni fa. Dopo quella tragedia Sandro era andato ad abitare con il papà e si è dedicato a lui. Con noi ha lavorato dal 2000 fino ad oggi. Era una persona volonterosa, rispettabile, che non diceva mai di no. Era di famiglia ormai. Come tutti gli altri del resto. E’ stata una notizia enormemente dolorosa, oltre che un collega di lavoro era parte della famiglia. Oltre al lavoro, il papà, la casa e l’orto non aveva passioni particolari. Era dedito al lavoro, sempre disponibile. Il suo punto di riferimento era il papà anziano».

I fratelli Finotti erano quattro, ora sono rimasti in due. Matteo è deceduto all’età di 25 anni nel 2003 e Sandro ieri a 51. Sono ancora in vita Patrizia e Giorgio. Il padre invece ha 84 anni e si chiama Angelo. «Matteo era stato coinvolto in un incidente stradale in località Conche di Chioggia sulla strada che porta da Chioggia a Santa Maria Margherita. In una laterale della Romea», racconta Bertaggia. Una tragica coincidenza che ha come teatro Chioggia proprio come quella successa il 15 settembre scorso, in mare, quando un sub di 68 anni si è inabissato e non è più riemerso non lontano dal luogo dove suo figlio aveva fatto la stessa fine nel 2006.