Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 mag 2022

Polesella: serata di arte e festa con Vittorio Sgarbi

Successo di presenze per la ‘serata in villa con Sgarbi’, il noto critico d’arte e onorevole si è intrattenuto parlando di arte e qualche battuta

30 mag 2022
featured image
alcuni momenti dell'incontro con Vittorio Sgarbi
featured image
alcuni momenti dell'incontro con Vittorio Sgarbi

Polesella, 30 maggio 2022 – “Le ville venete rappresentano un vero e proprio tesoro della nostra cultura”. Il noto critico d’arte e onorevole, Vittorio Sgarbi, è stato ospite alla Villa Morosini del proprietario Luciano Zerbinati per una serata d’arte iniziata con la presenta della Quadreria Le Età dell'uomo sono un ciclo di quattro affreschi compiuto da Pietro da Cortona. Un evento culturale promosso dal Comune di Polesella, patrocinato dalla Provincia di Rovigo, dove erano presenti molto autorità con il sindaco di Polesella Leonardo Raito, il prefetto di Rovigo, Clemente Di Nuzzo, i comandanti provinciali dei Carabinieri, colonnello Emilio Mazza e della Guarda di Finanza, colonnello Antonio Morelli, oltre al vicepresidente di Confindustria Venezia-Rovigo Paolo Armenio.

Polesella: Una serata di arte e festa con Vittorio Sgarbi
Polesella: Una serata di arte e festa con Vittorio Sgarbi

Tra gli amministratori presenti il presidente della provincia di Rovigo Enrico Ferrarese, la delegata alla cultura e consigliere provinciale Lucia Ghiotti, il vicesindaco di Riva del Po Alberto Astolfi e l’assessore comunale di Argenta Delia Forte. All’arrivo di Vittorio Sgarbi, accolto dal sindaco Raito e autorità, dopo il saluto con l’amico Luciano Zerbinati, ha voluto visitare la Villa Morosini. Il critico d’arte e onorevole ha ricordato come: “Abitando a Ro Ferrarese, ho memoria che attraversavo il ponte di chiatte sul Po e vedevo all’arrivo a Polesella questa villa a ridosso del fiume Po, visitarla ora a distanza di tanti anni all’interno tutto restaurata è sicuramente pregevole”. Nel suo intervento Vittorio Sgarbi ha aggiunto: “Queste ville sono un patrimonio per la cultura italiana, ben vengono questi interventi privati, la Villa Morosini mi ha svelato tratti unici e ricchi di bellezza”. Sgarbi ha fatto poi complimenti all’artista Ilaria Rezzi, l’artista in mostra nella sala degli stucchi con i suoi blu, la pop art di denuncia sociale abbinata alla figura dei Puffi.
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?