Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 giu 2022

Truffa auto di lusso a Rovigo, condannata la banda di finti venditori

Una concessionaria fantasma di Occhiobello aveva raccolto 600mila euro in pochi mesi. I clienti versavano acconti fino a 3mila euro, senza mai ricevere le auto

24 giu 2022
featured image
Maxi truffa di auto di lusso
featured image
Maxi truffa di auto di lusso

Rovigo, 24 giugno 2022 – Offrivano auto di lusso a prezzi stracciati, così una concessionaria fantasma ha raggirato decine di clienti. Incassavano gli acconti e poi sparivano nel nulla: in quattro mesi, i truffatori hanno raccolto 600mila euro. Sono sei le condanne emesse oggi dal Tribunale di Rovigo, per una maxi truffa partita da Occhiobello.

Dopo gli acconti, le “super car” non venivano consegnate. Di fronte ai dubbi dei clienti, i sei tariffatori rispondevano che le auto erano in arrivo dall'estero. Le auto mostrate ai clienti prima di finalizzare la vendita, in realtà erano prese a noleggio proprio per essere esibite. Marche di lusso, come Bmw, Range Rover, Porsche.

In 4 mesi la concessionaria aveva raccolto 600 mila euro. Ecco le condanne decise oggi dai giudici. Il 54enne Alberto Vallese di Jesolo (Venezia) è stato condannato a 9 anni. Pene di 4 anni inflitte ai tre complici: 48enne Vanni Pieretto di Mogliano (Treviso), la romena Eugenia Craciun, 45 anni, e al 57enne Marcello Boschelli, di Cosenza. Il 60enne veneziano Mario Zanchetta, di Jesolo, è stato condannato a 2 anni, ma la pena è stata sospesa, e il 58enne Alessandro Bernardi, di Pescara, è stato condannato a un anno e 8 mesi. I fatti risalivano ai primi mesi del 2020.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?