Il festival Tensioni parte con un evento unico ed imperdibile: “Una sera con Drusilla: chiacchiere, domande, canzoni”, intervista-spettacolo in cui la brillante Madame Foer si racconta al pubblico e all’intervistatore, l’attore Andrea Zanforlin, fra battute ironiche e alcuni dei suoi brani preferiti, cantati intensamente dal vivo. Appuntamento venerdì primo ottobre, alle 21, al Censer di Rovigo (padiglione A, spazio teatro). Biglietto euro 5. È consigliata la prenotazione al

371 38.44.360 o a info@lafabbricadellozucchero.com. Obbligatorio Green pass e mascherina. Così il Festival di arti e sguardi sul presente Tensioni-Geografia delle relazioni, dedicato in questa terza edizione all’esplorazione attorno ai concetti di “Identità e genere”, fissa la prima tessera del gigantesco puzzle di domande culturali che andranno a dipanarsi nei due giorni di festival: sabato 2 e domenica 3 ottobre. Drusilla Foer è un personaggio di rottura, anticonformista e antiborghese, ma soprattutto è il simbolo del moderno “gender-fluid”, incrociato con la versione “tre punto zero” della maschera teatrale di profonda tradizione storica. Drusilla Foer è un personaggio dalla brillante vita propria.