MARIO TOSATTI
Politica

Le prime parole di Valeria Cittadin, nuova sindaca di Rovigo: “Lavoreremo con coraggio e tanto orgoglio”

È stata accolta con una pioggia di applausi a Palazzo Nodari. Lo sconfitto Gaffeo: “I cittadini non ci hanno premiato, ora faremo opposizione concreta”

Valeria Cittadin per la prima volta a Palazzo Nodari in qualità di sindaca

Valeria Cittadin per la prima volta a Palazzo Nodari in qualità di sindaca

Rovigo, 24 giugno 2024 – I rodigini hanno scelto Valeria Cittadin come sindaca. Al termine dello spoglio delle 55 sezioni elettorali, il verdetto è stato piuttosto chiaro: la candidata sostenuta da Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega, Azione e lista civica ‘Valeria Cittadin sindaco’ ha vinto con il 58,15%, pari a 11.486 voti. Un’elezione che era già stata sfiorata al primo turno, con il 49,10%.

Il sindaco dimissionario Edoardo Gaffeo, sostenuto da M5s, Civica per Rovigo e Forum dei cittadini, ha invece ottenuto 8.266 voti per un 41,85% dei consensi. Nel dettaglio dello spoglio, le schede nulle sono state 218, le bianche 114 e le contestate 3.

Coraggio e tanto orgoglio per Rovigo

Grandi applausi per Valeria Cittadin al suo arrivo a Palazzo Nodari, sede del Comune. “Ringrazio tutti i cittadini di Rovigo che mi hanno votata e anche a quelli che non lo hanno fatto – ha esordito la neo-sindaca – Perché la volontà è quella di essere veramente il sindaco di tutti”. Poi, parole per il team che l’ha sostenuta e che le sarà accanto per i prossimi cinque anni: “Ringrazio tutta la coalizione: il risultato quando si lavora tanto è questo. Insieme a tutta la squadra, sono consapevole che un buon sindaco deve sempre mettere al primo posto il bene dei cittadini. Abbiamo sempre lavorato non considerando nemici chi non la pensava come noi, ma avversari, senza mai cadere in bassezze”. 

“I cittadini hanno scelto la tranquillità e sobrietà al posto della cattiveria, grazie davvero a tutti: questo è un punto di partenza – ha proseguito Cittadin – Ho tante persone con cui condividere questo momento, tutti i cittadini, i commercianti, gli imprenditori e tutti quelli che fanno volontariato, le associazioni sportive e tanti altri, cercherò di ascoltarli”. E infine ha concluso: “Tutti avranno la stessa dignità, forza ed importanza, noi lavoreremo per un cambiamento di questa città con coraggio e tanto orgoglio”.

Gaffeo: “Faremo un’opposizione costruttiva”

Nella sede elettorale di Edoardo Gaffeo, regna l’amarezza per l’esito del risultato emerso dal ballottaggio. Prendendo atto della sconfitta e augurando buon lavoro alla nuova sindaca, il primo cittadino dimissionario ha dichiarato: “Abbiamo lavorato per proporre la nostra idea di città, che non è stata premiata dai cittadini. Ora occorre che il Comune abbia una guida solida che lavori per la città”. E infine la promessa: “Noi faremo un’opposizione concreta e lavoreremo con un lavoro di controllo ed in maniera propositiva”.

Il calo dei votanti

Un dato chiaro è stato anche il sensibile calo degli elettori che si sono recati a votare nella due giorni del ballottaggio. Nel dettaglio alla chiusura dei seggi di domenica 23 giugno alle 23 l'affluenza è stata del 38,60%, in calo rispetto al primo turno quando è stata del 51%. Alla chiusura delle urne di oggi alle 15, invece, l’affluenza finale è stata di 20.087 votanti (elettori 42.251) pari del 47,54% contro il 60,48% del primo turno. Mario Tosatti