Cronaca Cosa fare Politica Economia Cultura Spettacoli

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano Nazionale il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo Economia e Lavoro Salus Luce!

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Prima sorpresa a Gaiba: Vanni eliminato

Tennis, cade la testa di serie numero 3, ex numero 100 delle classifiche Atp, mentre avanza il favorito del tabellone, Alessandro Bega

Pubblicato il 10 giugno 2021
Luca Vanni, ex numero 100 delle classifiche Atp
Completato il tabellone principale al termine delle qualificazioni giocate lunedì e martedì scorso, il netto successo ottenuto ieri da Giorgio Ricca sul tedesco Robert Strombachs, 6-2 6-1 il finale, ha aperto il cammino verso la finale di singolare maschile del Torneo Internazionale su erba naturale di Gaiba. Tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, in poco meno di un’ora e mezza di gioco, il francese Arthur Reymond ha avuto la meglio sul tennista azzurro Mattia Bellucci, 6-1 7-6, mentre Giovanni Fonio, testa numero 7 del torneo e 473 Atp, ha...

Completato il tabellone principale al termine delle qualificazioni giocate lunedì e martedì scorso, il netto successo ottenuto ieri da Giorgio Ricca sul tedesco Robert Strombachs, 6-2 6-1 il finale, ha aperto il cammino verso la finale di singolare maschile del Torneo Internazionale su erba naturale di Gaiba. Tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, in poco meno di un’ora e mezza di gioco, il francese Arthur Reymond ha avuto la meglio sul tennista azzurro Mattia Bellucci, 6-1 7-6, mentre Giovanni Fonio, testa numero 7 del torneo e 473 Atp, ha dovuto impegnarsi oltre il dovuto per aggiudicarsi il match contro il connazionale Andrea Guerrieri. Fonio ha dovuto cedere il primo set con il punteggio di 7 giochi a 5 per il suo avversario, per poi rimontare decisamente con un doppio 6-3 che gli ha consentito il passaggio al turno successivo.

Al turno successivo anche Andrea Basso, 7-6 6-0 su Luca Giacomini, Alessandro Bega, 6-3 6-4, numero 1 del torneo, su Luca Potenza e, al termine di una partita giocata punto a punto e molto spettacolare, il russo classe 1997 Kirill Kivattsev, vincente 4-6 6-3 6-3 sull’austriaco David Pichler, testa di serie numero 6 del torneo. Facile il successo di Benjamin Lock, Zimbawe, sulla wild card italiana Luigi Castelletti, 6-1 6-3, sul campo numero 2 pochi minuti prima delle 15, una delle gare più attese della giornata. Luca Vanni, classe 1985, ex 100 Atp nel 2015 oggi numero 368, si è giocato il passaggio al secondo turno contro il mancino svizzero Antoine Bellier, classe 1996. Gara molto combattuta, primo set all’italiano, 7-5, il secondo set è invece appannaggio dello svizzero con un ottimo 6-3, la gara si è decisa al terzo con il break dello svizzero al quinto gioco. Vantaggio confermato al turno di battuta, 4-2, al settimo gioco lo svizzero toglie il servizio a Vanni per la seconda volta, si porta sul 5-2 e ipoteca il 6-2 finale nel terzo set che gli permette di accedere al turno successivo. Eliminato quindi il numero 3 del tabellone, Darderi si libera di Vilardo in due set, 6-2 6-2, completano il tabellone lo statunitense Kim Alden contro Davide Galoppini, Lorenzo Rottoli contro Mattia Frinzi, l’interessante sfida tra il colombiano Cristian Rodriguez e l’irlandese proveniente dalle qualificazioni Osgar O’Hoisin, la sfida tutta italiana tra Pietro Rondoni e Omar Giacalone, l’incontro tra il belga Hoogmartens e Bertuccioli e, ultimo della giornata, lo scontro tra Picchione e la testa di serie numero 2, il tedesco Tobias Simon. In serata in campo il doppio con quattro partite in programma. Attorno alle 18 la sfida tra la coppia Altuna-Lock contro Bocci-Pozzi, a seguire Darderi-Pichler contro Giacomini- Kivattsev, Potenza-Rodriguez contro i britannici Binding-Duncan e, a chiudere, Gengel-Langmajer contro Bellucci-Rottoli.

Sandro Partesani

Il tuo indirizzo email non è stato ancora confermato. Controlla la tua email e segui le istruzioni.

Se non hai ricevuto email, controlla nello spam.

Una volta confermata la tua email, clicca qui per continuare a leggere: