LONDRA - Sono passati 18 anni dalla morte della principessa Diana ma la “regina di cuori” rimane indimenticata. In un sondaggio del 2002 la maggioranza di inglesi ha votato la sua morte come il momento più significativo negli ultimi 100 anni di storia del Regno Unito, cosa che ha scioccato gli storici del paese. Eppure, per il popolo, quello fu un momento terribile di dolore e di lutto collettivo che è rimasto per sempre nella memoria. Diana era l’eroina di una favola e la sua storia riporta tutt’oggi alcuni elementi irresistibili: una bellissima principessa tradita, una famiglia reale incurante e crudele, un popolo adorante e fedele, una tragica morte sospetta. Basti pensare che il suo funerale, il 6 settembre del 1997, fu seguito da un’audience globale di 2.5 miliardi di persone, che mai si dimenticheranno la commozione suscitata dalle immagini dei suoi due figlioletti - allora di 15 e 12 anni - che seguivano a testa bassa il suo feretro, stravolti dal dolore. Periodicamente, nel Regno Unito, escono ancora “notizie” su Lady D, che finiscono sempre in prima pagina (come la recente vendita all’asta di un suo vestito di Versace,per ben 200mila dollari),perché l’affetto del popolo rimane intatto, anche a quasi 20 anni dalla sua scomparsa. E ora, con la nascita della principessina Charlotte Elizabeth Diana, la secondogenita di William e Kate che riporta il suo nome, il suo mito ha ricevuto un nuovo impeto. Battezzata il 5 luglio nella stessa chiesetta dove fu battezzata la nonna, nel 1961, la principessina è il ricordo vivente dell’adorazione che il principe William porta per sua mamma. E, nonostante le sue ottime relazioni con il padre Carlo e l’apparente cordialità con Camilla, la donna che fece soffrire così tanto Diana e che un giorno diventerà regina al suo posto, è chiaro che è mamma Diana ad essere sempre in cima ai suoi pensieri. Lo dimostra anche il fatto che, come anello di fidanzamento per Kate,William scelse quello che fu di Diana e il principe dimostra di voler onorare la memoria della madre in ogni modo gli sia possibile. Non ultimo nella scelta del fotografo per il battesimo: Mario Testino, il prediletto della mamma, che scattò le ultime foto della sfolgorante principessa, allora 36enne, pochi mesi prima della sua morte.