Cenni storici
Cenni storici

Il 1893 è un anno di movimenti e di proteste popolari: da nord a sud la popolazione più povera si riversa nelle piazze a causa di una crisi economica che ha fatto salire il costo dei generi di prima necessità. Il rifi uto di Giolitti e del suo governo di reprimere le contestazioni dei lavoratori con la forza, unitamente allo scandalo della Banca Romana che lo ha travolto con l’accusa di aver coperto irregolarità fi scali, fanno crollare sensibilmente il suo consenso, al punto di costringerlo alle dimissioni. Di fronte a tali debolezze, e nella speranza di far cessare i disordini, gli elettori si affi dano nuovamente al governo repressivo di Crispi.