Gennaio: viene fondato a Roma, da Giovanni Amendola e Alberto Cianca, il quotidiano della sera “Il Mondo”. Lo stesso mese si inaugura presso il Teatro Modernissimo di Bologna la I Mostra d’Arte Futurista, alla presenza di diverse personalità, quali Arpinati, Federzoni e Grandi.

Febbraio: viene eletto papa Achille Ratti, con il nome di Pio XI. Lo stesso mese, a Milano, va in scena al Teatro Manzoni la prima dell’Enrico IV di Pirandello.

Marzo: nasce a Bologna il regista cinematografico e scrittore Pier Paolo Pasolini.

Maggio: nasce a Sassari il politico comunista Enrico Berlinguer.

Giugno: Libero Zanardi, figlio dell’ex sindaco di Bologna Francesco Zanardi e anch’egli attivista socialista, muore a seguito delle percosse subite dai fascisti. Durante il Ventennio la sua tomba alla Certosa diverrà meta di pellegrinaggio
per gli antifascisti.

Agosto: a Milano, un gruppo di fascisti guidati da Farinacci attacca e da alle fiamme la sede del quotidiano socialista “Avanti!”.

Ottobre: circa 40.000 fascisti partecipano alla Marcia su Roma. Due giorni dopo il re Vittorio Emanuele III incarica Mussolini di formare un nuovo governo.

Dicembre: nella notte di San Silvestro, viene bruciato per la prima volta in Piazza Maggiore un Vecchione, che rappresenta l’anno appena trascorso.