La linea del tempo

Gennaio: presso il Ministero degli Interni viene costituito un ufficio per la “censura speciale della corrispondenza da e per paesi nemici, tramite paesi neutrali”.

Febbraio: inizia il trasferimento via mare dell’Africa Korps dall’Italia alla Libia: un’operazione militare che termina nella seconda metà di maggio.

Marzo: il Partito fascista bolognese introduce una nuova misura per punire i pessimisti e gli scettici (o peggio ancora, gli antifascisti), il cosiddetto “rituale degli schiaffi”.

Aprile: truppe tedesche, ungheresi e romene vanno in soccorso degli italiani attaccando Grecia e Juguslavia; quest’ultima viene conquistata e suddivisa fra i paesi vincitori.

Maggio: un pareggio in casa con la Lazio consacra campione d’Italia il Bologna Football Club, allenato da Hermann Felsner.

Giugno: viene redatto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi il Manifesto di Ventotene, nel quale si presenta il progetto per la creazione di una federazione europea.

Luglio: partono dall’Italia i primi contingenti di Alpini del (CSIR) per la campagna di Russia.

Agosto: il Podestà di Bologna dispone la semina di tutte le aree comunali: nascono gli orti di guerra.Tra i più estesi quelli dei giardini Margherita e di villa Putti.

Settembre: viene diramata una circolare che prevede l’internamento degli zingari.

Ottobre: la profanazione della sinagoga di Ferrara è l’epilogo di una campagna razzista cominciata l’anno precedente con la diffusione di volantini antiebraici e con l’affissione in città di manifesti che dipingevano gli israeliti come nemici della nazione. 

Dicembre: l’Italia dichiara guerra agli Stati Uniti d’America in appoggio al Giappone.