Storia: il Feldmaresciallo Kesserling in un sua lettera dichiara: “Nonostante gli sforzi che io compirò per non fare senz’altro di Bologna un campo di battaglia, pur tuttavia necessità militari imposte dal nemico mi possono costringere a comportarmi diversamente”. Bologna subisce, durante la seconda Guerra Mondiale, molti bombardamenti che provocano la morte di civili e la devastazione di interi quartieri. Documentati, consultando il sito: http://memoriadibologna.comune.bologna.it/ bombardamenti-aerei-subiti-da-bologna-95-evento 

La Liberazione di Bologna viene fi lmata da Luciano Bergonzini (http://cinestore.cinetecadibologna.it/video/dettaglio/6370), e da Edo Ansaloni (https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=TjgGAOUrURE). Quale espressione hanno i soldati nei fi lmati? Come sono accolti dalla popolazione?  

Si ritiene che i polacchi siano stati fatti entrare per primi a Bologna il 21 Aprile come riconoscimento al valore dimostrato durante la Campagna d’Italia. Da dove provenivano? A quale importante combattimento prendono parte? Dove si trovano i sacrari più importanti dei combattenti polacchi caduti in Italia? Chi era l’orso Wojtek? Quale ruolo aveva nell’esercito polacco? Documentati consultando il sito: http://www.raistoria.rai.it/articoli/lesercito-polacco-in-italia/29035/default.aspx 

Nel 1945 viene prodotto Roma città aperta di Roberto Rossellini; la sceneggiatura, scritta da Roberto Rossellini in collaborazione con Sergio Amidei e Federico Fellini, riceve una nomination all’Oscar. Guarda il fi lm in classe con i tuoi compagni ed il tuo insegnante. 

Arte: le opere d’arte sono sempre state oggetto di depredazione da parte degli eserciti invasori. Il patrimonio della Pinacoteca Nazionale bolognese durante la seconda Guerra Mondiale viene preservato grazie al prof. Francesco Arcangeli. Le opere d’arte sono trasferite in posti sicuri come il campanile della cattedrale di San Pietro, la villa Aria di Marzabotto, il castello Isolani a Minerbio e l’eremo di Tizzano; altre vengono spostate in Lombardia, in alcune gallerie di Milano o all’Isola Bella sul Lago Maggiore. Nel resto d’Italia il patrimonio artistico viene preservato dall’instancabile opera di Pasquale Rotondi defi nito “Schindler delle opere d’arte italiane”, avendo contribuito a salvare circa 10.000 opere d’arte. Quali sono i principali capolavori che gli devono la vita? Documentati consultando il sito: http://www. raistoria.rai.it/articoli/pasquale-rotondi-il-salvatore-dellarte/11718/default.asp Cosa avvenne in Germania? Dove vengono trovate le opere d’arte trafugate dai nazisti? Guarda il fi lm The Monuments Men… Guarda i recenti fi lmati dello scempio delle opere d’arte di Mosul, l’antica capitale assira Ninive. Cosa avviene oggi delle opere d’arte durante le azioni armate dell’Isis? A cosa attribuisci tanta ferocia?