What's app... ened

20 agosto 1968: Brezˇnev “normalizza” Praga e cancella la “primavera” di Dubcˇek
Nella notte tra il 20 e il 21 agosto 1968, dodici anni dopo la sanguinosa repressione in Ungheria, le truppe sovietiche del Patto di Varsavia entrano a Praga
con l’obiettivo di bloccare sul nascere il tentativo di Alexander Dubceˇk di riformare dall’interno il regime comunista. È la fine della primavera di Praga: i carrarmati sovietici distruggono la speranza di un “socialismo dal volto umano” che prevedeva il riconoscimento delle libertà politiche, culturali e sindacali, la separazione fra partito e governo, la parità fra le diverse componenti etniche del paese.