La linea del tempo
La linea del tempo

Gennaio: Aldo Moro inizia a promuovere una “strategia dell’attenzione” per il Pci. Vengono eletti dalle camere i rappresentanti italiani al Parlamento europeo, per la prima volta sono eletti anche rappresentanti delle opposizioni di sinistra.

Aprile: è approvata la legge 119 di riforma dell’esame di maturità; all’esame si presentano solo due materie allo scritto e due all’orale.

Giugno: a Bologna, “il Resto del Carlino” si trasferisce alle Roveri, nella periferia nord-orientale. Dopo la demolizione della sede di via Boldrini, il nuovo stabilimento tipografico è disegnato da Enzo Zacchiroli, già autore di numerosi edifici moderni in città. 

Luglio: il mondo assiste allo sbarco sulla Luna. Neil Armstrong e Buzz Aldrin sono i primi uomini a camminare sul suolo lunare, nella missione spaziale Apollo 11. 

Ottobre: nasce ARPANET, predecessore di Internet. Si tratta di una rete di computer costituita dall’Arpa (Advanced Research Projects Agency) del dipartimento Difesa degli Stati Uniti. Nello stesso mese, la Fiat acquista la società automobilistica Lancia. 

Novembre: si svolge a Milano, davanti alla sede della Rai, una manifestazione di studenti e operai contro l’informazione scorretta che viene data sulle proteste. Scoppiano scontri in seguito all’intervento della polizia. Successivamente viene approvata dalla Camera, con 359 voti favorevoli e 325 contrari, la legge istitutiva del divorzio, cosiddetta legge “Fortuna-Baslini”. Lo stesso mese, viene inaugurata a Bologna, nel quartiere Bolognina, il primo asilo nido d’Italia, intitolato a Carolina e Giuseppe Patini. 

Dicembre: la legge 910 liberalizza l’accesso all’università a tutti gli studenti delle scuole superiori e non solo a chi ha frequentato il liceo: è la cosiddetta “Università di massa”. Nello stesso mese scoppiano cinque bombe tra Roma e Milano: la prima è a Milano, quella che verrà ricordata come strage di piazza Fontana in cui muoiono 17 persone e ne rimangono ferite 88; la seconda esplode dentro una sede della Banca Nazionale del Lavoro a Roma. A Roma scoppiano anche altre due bombe davanti all’Altare della Patria. Un’ultima bomba, piazzata alla Banca Comit di Milano, non esplode e verrà fatta brillare dagli artificieri. Hanno così ufficialmente inizio i cosiddetti “anni di piombo”. Della strage di piazza Fontana viene accusato l’anarchico Pietro Valpreda. Poco dopo l’anarchico Giuseppe Pinelli, fermato e trattenuto in questura, “cade” dal quarto piano dove era in corso il suo interrogatorio.