4 agosto 1974: la bomba che dilaniò la vettura numero cinque dell’Italicus “Il Resto del Carlino” riporta l’articolo “Bomba su un treno molti morti e feriti”. L’esplosione, avvenuta all’1,23, si è verificata alla stazione di San Benedetto Val di Sambro sul direttissimo “Italicus” diretto al Brennero. Lo scoppio è avvenuto nella toilette della 5a vettura di prima classe. Si è subito propagato un incendio, che è diventato un immenso rogo. Il treno era molto affollato. I passeggeri sono rimasti intrappolati negli scompartimenti. I ferrovieri della stazione sono subito corsi in aiuto, come anche i vigili del fuoco di Bologna e di Prato e le forze di polizia. 12 morti è il bilancio della sciagura, imprecisato è il numero dei feriti. “Terribile, terribile” diceva uno dei sopravvissuti alla tragedia.