il Resto in classe
il Resto in classe

Storia - Cittadinanza e Costituzione: segui, attraverso una linea del tempo, lo sviluppo della vicenda giudiziaria ed investigativa relativa ad Ustica. Il materiale è praticamente illimitato: per non “perderti” utilizza, semplificando, la cronologia proposta in http://www.stragi80.it/ che manterrai come canovaccio. Integra, se ritieni, con altre fonti (di cui devi però veri care accuratamente l’attendibilità). Hai notato che gli autori del sito hanno allegato le varie sentenze? Per un comune cittadino è piuttosto difficile accostarsi al linguaggio giuridico, eppure ciò ha un significato importante e promuove la cultura della trasparenza e della verificabilità attraverso fonti certe. Qual è la tua opinione in proposito? 

Italiano: 

- Contest in classe. Regolamento: creare un testo sulla vicenda di Ustica utilizzando il maggior numero dei titoli (alterandoli il meno possibile) dei libri ad essa dedicati (http://www.stragediustica.info/ libri-1.html); non c’è limite alle parole/frasi che possono essere aggiunte.Alla significatività del testo si attribuirà, ovviamente, un importante peso. Dato un punteggio al rispetto del vincolo, la classe stessa voterà il miglior lavoro.
- Tra il materiale prodotto per la memoria di Ustica val la pena di soffermarsi sul video Ero nato per volare (https://goo.gl/HGbsuo): è l’aereo stesso, quale voce narrante, che pronuncia queste parole e racconta la sua storia, dal recupero alla collocazione nel museo di Bologna, appositamente realizzato per lui. L’ultima parte del video si sofferma sull’opera dell’artista Christian Boltanski, cui fu affidata, appunto, la realizzazione del museo/installazione che avrebbe accolto i resti dell’aereo e degli oggetti dei passeggeri. A partire dal minuto 16,57 vengono mostrati alcuni degli scatti che confluiranno nella Lista degli oggetti personali appartenuti ai passeggeri del volo IH 870, catalogo fotografico a cui l’artista ha consegnato la memoria degli oggetti delle vittime (prima di sottrarli alla vista dei visitatori, come riconoscimento di dignità e rispetto). Parti da quegli scatti, scegli uno degli oggetti e fagli raccontare, in prima persona, la propria storia (che si intreccia con la storia della persona che lo portava con sé). 

- Per una più completa informazione sullo stragismo di questi anni, consulta anche la pagina dedicata alla strage alla stazione di Bologna. 

Italiano - Cittadinanza e Costituzione: nel 2000, in seno a “Ricomporre la Memoria” (un progetto per il Museo di Ustica, tra arte, storia e letteratura), è stato realizzato Malgrado tutto. Performance teatrale di resistenza poetica e passione civile (https://vimeo.com/32542300). Guarda lo spettacolo (interpretato da alcuni ragazzi provenienti da varie scuole superiori bolognesi con la collaborazione del MAMbo, Museo d’Arte Moderna di Bologna) e raccogli informazioni per proporre una tua recensione. 

Italiano - Cittadinanza e Costituzione - Arte: l’arte può avere un grande peso per mantenere e trasmettere la memoria, talvolta anche attraverso speciali licenze che le permettono di occupare posizioni “militanti”: realizzate in classe una rassegna di spettacoli teatrali, canzoni, lm dedicati ad Ustica (in rete molti possono essere visionati, integralmente o in parte) cercando, su ognuno, delle informazioni (contenuto in breve, approccio, punto di vista, intenzioni e dichiarazioni dell’autore, ecc.). I risultati della ricerca, preceduti da un testo collettivo sul ruolo “civico” dell’arte, verranno organizzati in un unico lavoro cui attribuire un titolo significativo. 

Arte - Italiano: il Museo per la Memoria di Ustica merita sicuramente una visita. Quella che propone, infatti, è un’esperienza emotiva che non può essere in alcun modo sostituita. Se, però, non ti fosse possibile, recupera le parti dei video sopra segnalati in cui il museo viene mostrato (per una semplice descrizione vai a http://goo.gl/iW9xp0). Prova a esplicitare il significato simbolico dei vari elementi del museo (casse, specchi, voci, lampadine, ecc.) e il tipo di coinvolgimento a cui, secondo te, vogliono chiamare il visitatore.Ti sei chiesto perché il nome è “Museo per la memoria di Ustica” e non “Museo della memoria di Ustica”? Possono aiutarti alcune dichiarazioni dell’artista (cerca, per esempio, l’intervista rilasciata a Brunella Torresin: contiene molti elementi utili). 

Fiorella Ghiandoni 

Istituto Comprensivo 1 di Bologna