Cenni storici
Cenni storici

Il 1984 è un anno apparentemente tranquillo, almeno per quanto riguarda la prima parte. È infatti terminato da poco il drammatico periodo di attentati e violenze noto come “anni di piombo”. Degno di nota è l’accordo di villa Madama siglato in febbraio dal presidente del Consiglio Craxi e dal cardinale Agostino Casaroli con il quale si stabilisce che il cattolicesimo non è più la religione di Stato. Nel corso dell’anno l’opinione pubblica è scossa dalla morte repentina di Enrico Berlinguer, uno dei leader politici più amati di tutti i tempi, ai cui funerali parteciperanno quasi due milioni di persone. Tuttavia è quanto accade a fi ne anno ciò che maggiormente sconvolge il popolo italiano. Il 23 dicembre, presso la Grande galleria dell’Appennino, viene fatta esplodere una bomba sul treno rapido n. 904, proveniente da Napoli e diretto a Milano. Per le modalità organizzative ed esecutive, e per i personaggi coinvolti, la strage del rapido n. 904 è considerata l’inizio dell’epoca della guerra di mafi a che ha dominato soprattutto i primi anni Novanta.