Nei desideri di Giovanni Paolo II, che per la prima volta entrerà in una sinagoga, il 1986 è l’anno dedicato alla pace, ma è anche un anno bisestile e nella tradizione “anno bisesto, anno funesto”, cioè portatore di sventure. Infatti, il 28 gennaio avviene il disastro dello Space Shuttle Challenger, che esplode dopo 73 secondi di volo a causa di un guasto ad una guarnizione; il lancio e la conseguente distruzione sono trasmessi in diretta TV. Ironia, per l’Europa è l’anno della sicurezza stradale! Madonna spopola con l’album True Blue; in Italia il festival di Sanremo è vinto da un giovanissimo Eros Ramazzotti con la canzone Adesso tu. Prende il via il più grande processo contro Cosa nostra, che vede gli uomini simbolo del pool, Falcone e Borsellino, impegnati contro 475 imputati; Palermo è blindata, migliaia di carabinieri e poliziotti la presidiano. Maradona fa vincere i mondiali all’Argentina con la “mano de Dios”.Al culmine della tensione contro la Libia, il presidente degli Stati Uniti Reagan ordina un raid aereo e colpisce Tripoli e Bengasi uccidendo 41 persone; in risposta il colonello Gheddafi lancia contro Lampedusa due missili, che fortunata- mente cadono in acqua a centinaia di metri dalla costa. L’attacco provoca una grave crisi diplomatica tra Italia e Libia; seguono sanzioni economiche e il blocco totale del commercio di import e export. L’esplosione della centrale nucleare di Chernobyl getta nel panico tutta l’Europa. Continua il grande momento per il cinema americano che produce film di successo come Stand by me, Top Gun, 9 settimane e 1⁄2, Platoon, che passeranno alla storia anche per le loro colonne sonore.