La linea del tempo
La linea del tempo

Gennaio: la Cassazione rende definitiva la sentenza che in appello ha assolto tutti gli imputati per la Strage di Piazza Fontana, a causa dell’insufficienza di prove. Lo stesso mese muore, a Roma, il pittore Renato Guttuso.

Aprile: muore suicida a Torino lo scrittore ebreo Primo Levi.

Giugno: si svolgono le elezioni politiche in cui si affermano le leghe autonomiste. Ha inizio il servizio telefonico SOS Infanzia Telefono azzurro, con sede a Bologna, organizzato per fare emergere i casi di violenza sull’infanzia.

Luglio: entra in vigore l’Atto Unico Europeo, il trattato che ha emendato i Trattati di Roma del 1957, con i quali è stata istituita la Comunità Economica Europea (CEE).

Ottobre: un gruppo di banditi, che si caratterizza per l’uso frequente di una comune Fiat Uno di colore bianco, compie diverse rapine in Emilia-Romagna.
Il primo omicidio avviene a Rimini durante una tentata estorsione.

Novembre: al Sestriere prima vittoria nella Coppa del Mondo di sci di Alberto Tomba, atipico campione degli sport invernali originario di Castel dé Britti.

Dicembre: dopo 22 mesi di dibattimento si chiude il Maxiprocesso di Palermo (di primo grado) contro la mafia: ergastolo per 19 boss, 342 condanne a pene detentive e 114 assoluzioni per insufficienza di prove.
A fine anno la moneta nazionale raggiunge quota 1.169 lire per un dollaro.