Il 1999 viene inaugurato dal cambio dell’Euro. L’Italia saluta la lira adottata dai Savoia come moneta unica dopo la riunificazione dell’Italia nel 1861. Non tutti sanno che tale adozione venne decisa durante un incontro segreto a Palazzo Loup a Loiano, sull’Appennino bolognese, il 28 settembre 1859 a cui parteciparono Bettino Ricasoli, Carlo Luigi Farini, Marco Minghetti, Rodolfo Audinot e Lionetto Cipriani. Le vecchie lire potranno circolare no al 2002, dopo tale data saranno considerate fuori corso. Vengono regalate calcolatrici e borsellini per raccogliere i centesimi, croce di tanti anziani costretti ad inforcare gli occhiali per riconoscere le scomode monetine. Gli scontrini diventano oggetto di algebrici calcoli nei dialoghi domestici. La Domus Aurea di Nerone viene riaperta al pubblico dopo un restauro durato otto anni. Le porte del Dorothy Chandler Pavilion di Los Angeles si aprono al successo di Benigni, le porte di Palazzo D’Accursio a Giorgio Guazzaloca, quelle del Quirinale a Carlo Azeglio Ciampi, la Porta Santa si apre al Giubileo dell’anno 2000.