il Resto in classe
il Resto in classe

Geostoria: ricostruisci, attraverso carte storiche, i confini degli Stati della regione balcanica dall’Impero ottomano fino ai giorni nostri: 1815 Congresso di Vienna; 1878 Congresso di Berlino; 1912-13 I e II guerra balcanica; 1919 Congresso di Parigi; 1946 secondo dopoguerra; 1995 accordi di Dayton; 2015. Le carte possono essere organizzate in una bacheca Padlet o in una presentazione Ppt o Prezi.

Cittadinanza e Costituzione: che cosa sono la “resistenza non violenta” e la “disobbedienza civile”? Approfondisci le tematiche di chi ha lottato per i propri obiettivi politici senza ricorrere all’imbroglio o alla violenza. Puoi iniziare da quattro figure storiche: Mahatma Ghandi, Aldo Capitini, Martin Luther King e Aung San Suu Kyi. Conosci la marcia per la pace Perugia-Assisi? Puoi partecipare con la tua classe e la tua famiglia alla prossima edizione. Che cosa dice la Costituzione italiana a proposito della guerra? Assegna ogni mese il Nobel per la Pace nella tua classe: il prescelto verrà votato a maggioranza tenendo conto dei parametri che avete scelto all’inizio: rispetto degli altri, altruismo, attenzione verso i sentimenti dei compagni…La motivazione che accompagna il riconoscimento sarà scritta a più mani da una commissione appositamente scelta dall’insegnante. Sull’uso disinvolto delle armi negli Stati Uniti puoi vedere il film documentario di Michael Moore Bowling for Columbine.

Italiano - Arte: crea con la tua classe un gioco da tavola sull’esempio del “Gioco dell’oca”. Prepara un cartellone di cartone o compensato e coloralo con un collage di volti di persone del maggior numero possibile di etnie (puoi ricavarli da riviste e giornali). Su questa base crea il percorso con il numero di caselle che vuoi. Ogni casella dovrà contenere un nome, una foto di un Nobel per la pace o un personaggio che ha contribuito alla non violenza, come appunto Ghandi, oppure il simbolo di un’organizzazione internazionale che promuove la collaborazione e il dialogo tra i popoli (Amnesty International, Green Peace, Medici senza frontiere, Emergency, Caritas…). Nelle caselle negative (quelle in cui si sta fermi per un giro o si torna indietro) metterai dei grafici o delle carte tematiche che illustrano le zone del mondo in cui ci sono ancora dei conflitti, i dati sulla povertà, sull’analfabetismo, sul lavoro minorile…). Le caselle si guadagnano tirando i dadi e dimostrando di conoscere l’argomento della casella in cui si capita. Scrivi le regole sul foglio.

Italiano: conosci persone che hanno vissuto l’orrore della guerra nell’ex Jugoslavia? Prepara un’intervista giornalistica.

Lettere - Musica - Inglese: ti segnaliamo di seguito due siti che raccolgono canzoni contro la guerra: http://antiwarsongs.org/ ; http://frontierenews.it/2013/08/le-dieci-canzoni-pacifiste-piu-belle-di-sempre/ Leggine alcune e scegli quella che ti piace per testo e musica. La puoi tradurre (se è in inglese o in una lingua che conosci) e poi studiarne la struttura sia testuale che musicale e l’occasione per cui è stata scritta. Presentala infine ai tuoi compagni e fagliela ascoltare (se più di uno ha scelto la stessa canzone la presentazione può essere condivisa). Qui ti segnaliamo tre canzoni di Fabrizio De André: La guerra di Piero, Fiume Sand Creek e Girotondo.