Cenni storici
Cenni storici

Gennaio è il mese della “primavera araba”: in Algeria, Tunisia ed Egitto prendono sempre più piede le contestazioni contro i rispettivi presidenti che governano, come nel caso egiziano, da decenni, mascherando il proprio potere dietro l’istituzione democratica ma, in realtà, gestendolo in modo monarchico. Intanto in Pakistan viene ucciso il nemico numero uno degli USA, Osama bin Laden, organizzatore e finanziatore dell’attentato alle Torri Gemelle del 2001. Il suo corpo viene buttato in mare per evitare di localizzare una tomba che diventi luogo di culto per i suoi proseliti. Diverso destino per Ratko Mladic che viene arrestato il 26 maggio 2011 dopo 16 anni di latitanza su segnalazione anonima. è accusato di genocidio, crimini contro l’umanità, violazione delle leggi di guerra durante l’assedio di Sarajevo (vedi articolo e scheda dedicati alla guerra alla Serbia) e per il massacro di Srebrenica dal Tribunale Penale Internazionale dell’Aja per l’ex Jugoslavia; è tuttora sotto processo. Il 2011 rimane nell’immaginario collettivo per essere l’anno di Fukushima. La centrale nucleare giapponese non resiste alla forza dello tzunami che la inonda causando fuoriuscita di materiale radioattivo. Nello stesso anno l’Italia ribadisce il suo no all’uso del nucleare come fonte energetica.