Bologna, concerto di Radio Bruno: Nek sul palco di piazza Maggiore (FotoSchicchi)
Bologna, concerto di Radio Bruno: Nek sul palco di piazza Maggiore (FotoSchicchi)

Bologna, 6 settembre 2015 - Centotrent'anni di Carlino, la carica di Radio Bruno, i cantanti protagonisti dell’estate. E le magliette (foto) ‘buone’ per salvare il Nettuno. È stata una serata intensa e ricca di emozioni quella di ieri sera al concertone di Radio Bruno Estate (foto), che nella sua tappa in piazza Maggiore, ha celebrato anche l’anniversario del nostro giornale. 

Una piazza gremita (foto: l'attesa) di persone di tutte le età, bolognesi e non, accorse per assistere alle esibizioni dei loro artisti del cuore. Non sono mancati i cartelloni (soprattutto tra i giovanissimi, che sventolavano incitamenti per i loro idoli: Il duo Benji e Fede il più gettonato). Non hanno voluto perdersi il concerto nemmeno i vertici del nostro quotidiano e Gianni Prandi, patron di Radio Bruno. 

Sul palco è salito il direttore del Qn-il Resto del Carlino Andrea Cangini: «Il Carlino è tra i pochi quotidiani a vantare una storia così antica, un’identità così spiccata e un radicamento nel territorio così profondo – ha sottolineato –. Un radicamento e un peso anche a livello nazionale che sono la forza del nostro giornale, ma anche una responsabilità importante da portare avanti quotidianamente. E che esercitiamo senza conformismi e a testa alta».  

Ad aprire la kermesse l’emergente Silvio Sacchi, con ‘La mia estate’. I big non si sono fatti attendere: alle 21 è stato il turno di ‘Ho scelto no’ e ‘Splendida ostinazione’ di Marco Carta, seguite dagli Zero Assoluto con ‘L’amore comune’ e la hit ‘Per dimenticare’.  Poi tutti gli altri: gli Stadio, Nina Zilli, Ron, Raf, e a sorpresa Stash dei Kolors. Tutti hanno autografato le t-shirt ‘Tutti per uno, Nettuno per tutti’: queste saranno poi vendute online e il ricavato andrà interamente devoluto al restauro della fontana del Gigante.

In chiusur tutta la piazza ha intonato 'Tanti auguri Carlino...' insieme a Nek, uno dei ‘direttori per un giorno’ del nostro giornale, proprio in occasione delle iniziative per il suo 130/o anniversario.   Una serata speciale e indimenticabile per i 40mila che hanno affollato piazza Maggiore. Con la voglia di incontrarci di nuovo e presto.