Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 mag 2022

Finanziare la ricerca scientifica: il gesto responsabile di chi sa guardare lontano

Focus / Gli enti ammessi alla quota appartengono a tre categorie; gli elenchi sono pubblicati sul sito internet del Ministero dell’Università e della Ricerca

25 mag 2022
Grazie anche al 5x1000 i ricercatori possono portare avanti importanti progetti
Grazie anche al 5x1000 i ricercatori possono portare avanti importanti progetti
Grazie anche al 5x1000 i ricercatori possono portare avanti importanti progetti
Grazie anche al 5x1000 i ricercatori possono portare avanti importanti progetti

Tra le possibilità da prendere in considerazione quando si tratta il tema del 5x1000 c’è quella di poterlo donare a associazioni o enti che si occupano di ricerca scientifica. Così facendo la parte di IRPEF che viene "prelevata" a ogni contribuente in fase di dichiarazione dei redditi andrà a finanziare l’opera degli addetti ai lavori in questo campo. In Italia sono numerose le associazioni attive nel campo della ricerca scientifica a cui poter donare il 5x1000. Nella maggior parte dei casi si tratta di realtà molto conosciute che da diversi anni operano con grandi risultati su territorio nazionale; in altri di realtà più piccole che comunque lavorano duramente per garantire un futuro sempre più "luminoso" nel campo della tecnica e appunto della scienza. Da Fondazione Veronesi a AIRC, dalla Lega del Filo d’oro alla SISC: ognuno può scegliere un’associazione di riferimento per compiere un gesto importante che non costa niente, ma che potrà contribuire a rendere la ricerca ancora possibile.

La Fondazione Umberto Veronesi contro i tumori
Dati / Dal 2003 grazie ai "donatori" ha sostenuto attivamente 139 progetti
Donando il 5x1000 alla Fondazione Umberto Veronesi (in foto) si sostiene la ricerca per la cura dei tumori attraverso l'erogazione di borse a medici e ricercatori impegnati ogni giorno a trovare strategie sempre più efficaci per la diagnosi e la cura dei tumori. Dal 2003 a oggi, la Fondazione – grazie al sostegno dei contribuenti che hanno fatto piccole donazioni o hanno 'regalato' il loro 5x1000 – ha potuto sostenere attivamente 139 progetti di ricerca e 2.033 ricercatori di altissimo profilo, impegnati a lavorare con l’obiettivo di individuare nuove terapie per i pazienti oncologici ma anche tecniche che consentano diagnosi sempre più precoci per tutti i tipi di tumore che possano così garantire anche migliori risultati dal punto di vista delle cure. Solo nel 2022 le borse di ricerca erogate sono state 138; 18 sono invece i progetti di ricerca attualmente in corso che necessitano di finanziamenti costanti. Sono 42 i centri in cui i ricercatori della Fondazione Veronesi sono impegnati.

AIRC
Uniti per "battere" il cancro
Un’altra delle associazioni scientifiche a cui poter donare il 5x1000 è l’AIRC per la Ricerca sul Cancro. Dal 2006, anno in cui è stato istituita la possibilità di donare una quota dell’IRPEF a enti e associazioni varie, l’AIRC ha raccolto mediamente sessanta milioni di euro all’anno: una cifra decisamente importante che ha contribuito a investire in bandi di assoluto rilievo. Tra gli ultimi, ci sono quelli dedicati allo studio delle metastasi che hanno come obiettivo lo sviluppo di innovativi approcci preventivi, diagnostici e terapeutici mirati alla scoperta di trattamenti sempre più risolutivi. Chi dona il proprio 5x1000 ad AIRC, dunque, mantiene viva la speranza di tutti i malati oncologici.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?