Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 giu 2022

BolognaFiere, il bio in vetrina con Sanatech "Unico salone in Europa sulla filiera green"

Claudio Vercellone: "È una risposta efficace alle aziende agroalimentari chiamate alla sfida di una produzione sempre più sostenibile"

30 giu 2022
L’edizione 2022 del Salone internazionale è pronta ad accogliere aziende, operatori e visitatori dall’8 all’11 settembre per svelare le novità del settore
L’edizione 2022 del Salone internazionale è pronta ad accogliere aziende, operatori e visitatori dall’8 all’11 settembre per svelare le novità del settore
L’edizione 2022 del Salone internazionale è pronta ad accogliere aziende, operatori e visitatori dall’8 all’11 settembre per svelare le novità del settore
L’edizione 2022 del Salone internazionale è pronta ad accogliere aziende, operatori e visitatori dall’8 all’11 settembre per svelare le novità del settore
L’edizione 2022 del Salone internazionale è pronta ad accogliere aziende, operatori e visitatori dall’8 all’11 settembre per svelare le novità del settore
L’edizione 2022 del Salone internazionale è pronta ad accogliere aziende, operatori e visitatori dall’8 all’11 settembre per svelare le novità del settore

Tutta la filiera del biologico e del naturale da 34 anni si dà appuntamento a SANA. L’edizione 2022 del Salone internazionale è pronta ad accogliere aziende, operatori e visitatori dall’8 all’11 settembre per svelare le novità del settore e offrire come ogni anno la sede più autorevole dove informarsi, aggiornarsi e cogliere opportunità di crescita.

Accanto alla vetrina dei prodotti Food, Care&Beauty e Green Lifestyle, torna Sanatech: è il tassello che completa il quadro, poiché rappresenta tutta la filiera della produzione agroalimentare, zootecnica e del benessere, biologica ed ecosostenibile.

Sanatech – organizzato da BolognaFiere e Avenue Media con la supervisione scientifica di Federbio – ha debuttato l’anno scorso con successo e quest’anno, per la seconda edizione, il Salone della produzione biologica conferma il proprio ruolo fondamentale per gli imprenditori agricoli che possono trovare spazio per presentare novità, opportunità di crescita e di aggiornamento, scambio di informazioni.

Sanatech 2022 dedicherà ampio spazio ai temi più attuali legati alla sostenibilità: la gestione delle risorse idriche (trattamento delle acque, irrigazione, gestione degli sprechi e dei filtraggi) e lo sfruttamento energetico. Parte del Salone sarà riservata all’agricoltura di precisione e ai mezzi tecnici, anche robotizzati, sempre più presenti in agricoltura biologica.

A questa vetrina si aggiunge il ricco programma di convegni e workshop sugli argomenti più interessanti per imprenditori e professionisti del settore che si preparano a raccogliere le sfide del Green Deal, l’insieme di iniziative proposte dalla Commissione Europea per raggiungere l’obiettivo della neutralità climatica in Europa entro il 2050.

La cornice di SANA garantirà alle aziende una visibilità fortemente internazionale: l’interesse del Salone del biologico e del naturale è infatti in crescita in Europa e nel mondo da parte di tutti gli operatori che si occupano dei temi legati al bio e al vivere sano. Aumentano di giorno in giorno le adesioni dei buyer internazionali che hanno già programmato la loro presenza a Bologna: sono già rappresentati oltre 40 Paesi del mondo.

"Sanatech è l’unico Salone a livello europeo dedicato alla filiera produttiva del biologico e del sostenibile – afferma Claudio Vercellone, responsabile del progetto Sanatech – ed è una risposta efficace e di ampio respiro per tutte le aziende agricole e dell’intero settore agroalimentare, chiamate in modo sempre più pressante dai consumatori ad affrontare la sfida di produrre di più e in modo sempre più biologico e sostenibile".

La sfida è consentire alle aziende di trovare le risposte alle proprie esigenze, "le soluzioni produttive e organizzative rapide ed efficaci per offrire il prodotto desiderato ad un mercato in costante e rapida crescita", prosegue il presidente del Salone.

"Abbiamo creato un’area smart unica in Europa – conclude Vercellone – dove gli imprenditori agricoli possono fare matching con facilità, scambiarsi informazioni e trovare consulenze adeguate ai loro bisogni. Risparmiare risorse, ridurre gli sprechi, automatizzare la produzione e garantirne la salubrità, con il biologico al primo posto, sono i temi essenziali su cui è necessario un confronto fra gli imprenditori di tutti gli anelli della filiera produttiva, il mondo della ricerca e le istituzioni".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?