Sconto in fattura, i passaggi per averlo
Sconto in fattura, i passaggi per averlo

La sostituzione degli infissi è considerata a tutti gli effetti un intervento che migliora l’efficienza energetica. Dunque possono rientrare anche nell’Ecobonus 110%. Tuttavia le procedure sono un po’ più complesse. Secondo quanto è previsto dalla legge, infatti, sarà necessario accorpare la sostituzione degli infissi ad uno dei due maxi-interventi trainanti previsti dal Decreto Rilancio. In particolare è necessaria la realizzazione del cappotto termico su almeno il 25% dell’edificio; la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale con sistemi centralizzati a pompa di calore, a condensazione o a microgenerazione (in foto). In assenza di almeno uno di questi due interventi, la sostituzione degli infissi non può usufruire dell’Ecobonus del 110%. In ogni caso sarà però possibile sfruttare la detrazione del 50% descritta in precedenza. In alcuni casi, così come previsto dal Decreto Rilancio, i soggetti che negli anni 2020 e 2021 sostengono spese per gli interventi di riqualificazione energetica possono usufruire dello sconto in fattura fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso, anticipato dai fornitori che hanno effettuato gli interventi e da questi ultimi recuperato sotto forma di credito d'imposta, di importo pari alla detrazione spettante, con la facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.