Una nuova vita per palazzo Bentivoglio

Il gioiello di Gualtieri tornerà a splendere: in corso lavori per due milioni e mezzo di euro. Saranno riportati alla luce i suoi capolavori

Una nuova vita per palazzo Bentivoglio

Una nuova vita per palazzo Bentivoglio

È in corso da mesi un’opera di profonda ristrutturazione per lo storico palazzo Bentivoglio di Gualtieri. Infatti è aperto il cantiere per riparazione, manutenzione e restauro dell’edificio, per un intervento finanziato con risorse pubbliche per quasi 2,5 milioni di euro. Entro la fine di quest’anno si prevede che l’intero palazzo venga restituito alla comunità con gli ambienti riportati alla loro maestosità, compresi ampi spazi che da decenni non vengono utilizzati, ai piani alti dell’immobile. Le principali lavorazioni previste sono il ripasso della copertura, un impianto di climatizzazione al piano nobile, oltre che alla grande Sala dei Giganti, finora priva di riscaldamento. Viene completamente rialzato il pavimento, consentendo il passaggio degli impianti. Inoltre verranno innalzati l’ascensore e la scala fin sopra al piano nobile, con realizzazione di servizi igienici accessibili anche ai disabili. Tra i locali da ristrutturare figurano pure le stanze dei camini, in passato abitate da famiglie povere del paese. Dunque, oltre alle sale e agli spazi già da tempo fruibili al pubblico, alla fine dei lavori lo storico palazzo dei Bentivoglio permetterà di estendere l’area destinata a servizi, sale, aree per mostre e iniziative varie. L’attuale locale caldaia sarà usato per creare una nuova scala di emergenza. E non è finita qui. Al termine di una profonda fase di ristrutturazione dell’immobile si prevede anche il restauro degli affreschi che si trovano sulle pareti del Salone dei Giganti, che narrano scene della Gerusalemme Liberata, restituendo visibilità a questi capolavori. Questo permetterà di valorizzare ulteriormente il grande salone di palazzo Bentivoglio, spesso utilizzato per esposizioni di alto livello. Si sta lavorando pure alla copertura dell’edificio, anche per eliminare infiltrazioni d’acqua. Palazzo Bentivoglio è un edificio monumentale che rappresenta uno dei simboli del territorio di Gualtieri, all’interno di uno dei "Borghi più belli d’Italia". Fu edificato a partire dalla fine del XVI secolo. Il territorio di Gualtieri fu sotto l’influenza degli Este dal 1479 fino al 1567, quando Alfonso II d’Este concesse il feudo al marchese Cornelio Bentivoglio. A Giovan Battista Aleotti venne commissionata la progettazione del palazzo. Per la sua costruzione venne utilizzato parte del materiale ottenuto dopo l’abbattimento dell’antico castello. L’edificio assunse l’aspetto recente quando salì al potere Ippolito Bentivoglio nel 1594 che ne dispose il completamento dando al complesso le forme classiche rinascimentali. Per volontà della nobile famiglia Bentivoglio, il palazzo venne ultimato nella prima decade del secolo successivo. Nel 1661 il palazzo venne ampliato. Poi, nel 1751, una parte della struttura venne demolita per poter avere materiali per arginare le piene del fiume Po.

a. le.