Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
23 apr 2022

Penazzi lancia la sfida Gp "Qui ci giochiamo tutto"

L’assessora all’Autodromo: "Da questo week end dipende il resto del calendario. Abbiamo lavorato su ogni dettaglio. La colonna sonora? ’Ferrari’, ovvio..."

23 apr 2022
Elena Penazzi, assessora all’Autodromo, ai Grandi eventi e al turismo
Elena Penazzi, assessora all’Autodromo, ai Grandi eventi e al turismo
Elena Penazzi, assessora all’Autodromo, ai Grandi eventi e al turismo
Elena Penazzi, assessora all’Autodromo, ai Grandi eventi e al turismo
Elena Penazzi, assessora all’Autodromo, ai Grandi eventi e al turismo
Elena Penazzi, assessora all’Autodromo, ai Grandi eventi e al turismo

di Enrico Agnessi

"Ci giochiamo tutto il resto del calendario di quest’anno". Bastano le parole dell’assessore all’Autodromo, Elena Penazzi, titolare anche delle deleghe al Turismo e ai Grandi eventi, per capire quanto il ritorno della Formula 1 a Imola sia atteso anche dall’amministrazione comunale. Il Gp con il pubblico in tribuna, dopo due anni a porte chiuse, rappresenta infatti il primo atto (il prologo è stato con Valentino Rossi) di un 2022 da urlo con tre concertoni estivi e le Finali mondiali Ferrari in autunno.

Assessore Penazzi, Imola riabbraccia il popolo della Formula 1 dopo 16 anni di attesa… "Abbiamo lavorato al meglio su ogni piccolo dettaglio, per rendere più bello l’Autodromo e l’intera città. Il percorso organizzativo, compresi gli aspetti logistici, non è stato facile. Ma ce l’abbiamo fatta".

Ci sarà un bagno di folla. Si aspettava tanto entusiasmo?

"Dopo la vittoria della Ferrari in Australia ho capito che ci sarebbe stata un’invasione. Accogliere oltre 100mila persone nel giro di tre giorni, per noi, è una grandissima festa. Sembra di rivivere le atmosfere che hanno caratterizzato l’Autodromo fino al 2006, solo che al posto di Schumacher c’è Leclerc. Se ripenso a quanti scettici c’erano alcuni mesi fa, mi viene da sorridere. L’impegno congiunto di Comune, Con.Ami, Regione, Aci e Governo ha reso possibile arrivare a un risultato soddisfacente per tutti. E noi ora ci giochiamo tutto il resto dei grandi eventi. Vogliamo che chi arriva a Imola per la Formula 1 torni per gli altri appuntamenti".

Resta l’amarezza per non essere riusciti a recuperare la tribuna ecologica della Tosa...

"Non ci sono stati i tempi tecnici, il lavoro da fare era troppo e non eravamo certi di poter ospitare così tanto pubblico. Per ora abbiamo recuperato grazie all’allestimento delle tribune mobili, ma nel 2023 saremo pronti a riaprirla al pubblico".

La zona recintata ai piedi della collina, invece, in futuro è destinata a ospitare un’area hospitality. È quello che chiede oggi la Formula 1?

"Il mondo collegato al Circus è cambiato. C’è quello che succede in pista, ma il business che si fa fuori è altrettanto importante. A Imola abbiamo la possibilità di sviluppare molto questa parte, rimasta indietro a causa dell’assenza degli ultimi anni. Oggi c’è bisogno di grandi spazi per fan zone e hospitality. Una volta, al venerdì e al sabato, si arrivava in Autodromo per vedere un’ora di prove libere o di qualifiche e si andava via. Ora invece il Gran premio è uno spettacolo che dura tre giorni".

Attraverso il progetto ‘The sound of Imola’ avete creato una playlist su Spotify per accompagnare il 2022 dell’Autodromo. Ci sono Vasco, Cremonini e i Pearl Jam, che vedremo tra maggio e luglio; ma anche ACDC e Guns ‘N Roses, protagonisti degli ultimi concerti alla Rivazza. Qual è la colonna sonora di questo Gp? "‘Ferrari’, di James Hype & Miggy Dela Rosa. È quella che Sky manda prima delle gare. Ci diamo al ferrarismo totale".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?