Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

I misteri di Modena, parte la serie. Ecco le streghe di via Caselle / VIDEO

La prima puntata a caccia di fantasmi e delitti insoluti, storie vere e leggende tramandate

di ROBERTO GRIMALDI
Ultimo aggiornamento il 28 giugno 2018 alle 17:11

Modena, 27 giugno 2018 - Ville infestate da fantasmi, strade popolate da streghe, luoghi dove si sono consumati delitti mai risolati. E poi ancora apparizioni, leggende che legano la storia di Modena a quella dei cavalieri templari e a re Artù. Sono tanti i luoghi misteriosi della nostra città, che forse non tutti conoscono.

Da oggi, sul nostro sito internet (www.ilrestodelcarlino.it/modena), verranno pubblicate una serie di video in cui cercheremo di raccontarvi quali sono i luoghi della Modena del mistero e dove si trovano. Un nostro giornalista sarà presente sul posto e racconterà leggende, storie vere che si sono tramandate da secoli ed episodi di cronaca di un tempo, di cui ancora si possono riconoscere le tracce a disanza di secoli.

Questa è la Modena in nero, o se volete la Modena che cela ancora oggi degli enigmi rimasti senza soluzione. Si comincia nella giornata di oggi quindi, con una clip che riguarda una strada del centro, via Caselle (VIDEO a cura di Alessandro Fiocchi). Una via che fin nei tempi antichi aveva una sinistra nomea: era la strada delle streghe. Vi spiegheremo perché e per quale motivo è nata la leggenda. Seguiranno altri appuntamenti da brivido, sugli angoli più remoti della città, visti in una luce che per tanti è inedita. Buona visione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.