Quotidiano Nazionale logo

C'era una volta la Costituzione più bella del mondo. La nostra, naturalmente. Se non sbaglio la sbandierava Roberto Benigni prima di buttarsi a pesce su Dante. Ora la locuzione è un po' in disuso, viste anche le numerose deroghe applicate. Resta ancora saldo, però, il riferimento ai padri costituenti, con cui si ammanta quel documento di un'aura di sacralità, come ogni mito che si rispetti richiede. A quei padri si sono aggiunte da tempo le "madri costituenti": termine che suona, invero, un po'strano ed antico in clima di donne liberate dai ruoli tradizionali e di famiglie omoparentali. Sarebbe infatti più conseguente riferirsi, quando si parla di nascita della Costituzione, a... Costituente 1 e Costituente 2.
Ruggero Morghen, Rimini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?