Il direttore di QN e il Resto del Carlino Andrea Cangini e la presidente Anna Maria Bonaga
Il direttore di QN e il Resto del Carlino Andrea Cangini e la presidente Anna Maria Bonaga

Bologna, 1 luglio 2015 - Non solo cultura della buona tavola, ma anche sensibilità nei confronti della città e un grande gesto di solidarietà civica. L’Accademia della Cucina - Delegazione dei Bentivoglio ha deciso di aderire alla campagna indetta dal Carlino per il restauro del Nettuno. Lo ha fatto in occasione di un appuntamento gourmet riservato agli Accademici, protagonista lo chef Massimo Spigaroli dell’Antica Corte Pallavicina, eccellenza gastronomica del territorio di Parma. Durante la serata ospitata nella bella dimora storica di Mariangela Silva, Anna Maria Bonaga (a capo della Delegazione dei Bentivoglio) ha consegnato l’assegno per il restauro del Nettuno al direttore di Quotidiano Nazionale e Carlino Andrea Cangini, ospite assieme al vice direttore del Carlino Massimo Gagliardi.

Gli accademici hanno devoluto al Gigante il premio di mille euro vinto nel concorso nazionale ‘Ettore Pepe’, riconoscimento ottenuto come ‘delegazione più attiva e culturalmente più efficiente’ e consegnato da Elena Pepe (che ha istituito il premio per ricordare il marito Ettore, che fu Consultore Nazionale dell’Accademia). Nel corso della serata Cangini ha ribadito il senso dell’iniziativa: «L’appello del Carlino ci riguarda tutti – ha sottolineato –: i problemi di una città, oggi, l’amministrazione li può risolvere solo con l’aiuto dei cittadini. Il restauro del Nettuno è un’occasione eccezionale per la città di comunicare se stessa. Tutto il restauro, dall’inizio alla fine, va seguito e raccontato. Si tratta di una formidabile narrazione di come una città si prende cura di un suo simbolo identitario». «Siamo orgogliosi – ha aggiunto la Bonaga – di aver coniugato alla cultura del cibo il nostro contributo per tener vivo uno degli emblemi di Bologna». Alla campagna del Carlino hanno già aderito, tra gli altri, Unindustria Bologna, Coop Adriatica, Cna e l’Orchestra Filarmonica di Giorgio Zagnoni. La soirée si è conclusa con le prelibatezze gastroniche parmensi, dalla spalla cotta al culatello di Zibello, passando per il parmigiano reggiano. Tutto curato da Spigaroli.

di Beatrice Spagnoli

 

Vuoi contribuire subito?

Clicca qui per donare online con carta di credito o Paypal