WALTER BELLISI
Servizi

Casa Museo Covili, uno scrigno di arte

Pavullo, nelle stanze di via Isonzo 1 sono conservate 120 opere. Visitatori guidati in un viaggio multisensoriale nella memoria del pittore

Casa Museo Covili, uno scrigno di arte

Casa Museo Covili, uno scrigno di arte

di Walter Bellisi

Una perla nel cuore del Frignano, un prezioso scrigno di arte e cultura. È la Casa Museo Covili, un omaggio della famiglia all’arte, alla figura e all’opera del padre e nonno Gino Covili (1918 – 2005). Si trova a Pavullo, in via Isonzo 1, nel luogo in cui visse il pittore dell’epopea popolare, annoverato fra i grandi artisti italiani del Novecento. Responsabile di questa realtà, unica in Appennino, è il nipote Matteo Covili. "É il posto dove nascono i pensieri, che poi crescono e diventano disegni e poi colori e quadri e storie da raccontare", così Gino Covili spiegava il suo centro del mondo, la sua casa sul monte, nel 2019 divenuta un museo permanente alla portata di tutti, con i quadri più belli esposti proprio dove sono stati concepiti e realizzati.

Vi sono esposti i suoi personaggi, i primi quadri degli anni Cinquanta, la sua scuola, la sua famiglia, poi il mercato di quando era ragazzo e il paesaggio che ha sempre avuto davanti quando è nato nella casa popolare. Tante altre opere si susseguono all’interno della struttura, fino allo studio dell’artista, una stanza a più livelli che aveva lo scopo di ricercare visioni prospettiche e punti di vista differenti dove il ’Cimone’, la montagna, diventa nella pittura una sorta di bussola per chi deve orientarsi nella propria dimensione spazio-temporale.

La luce e le vetrate che guardano gli alberi del bosco sono il filo conduttore dell’osservazione artistica di Gino Covili con cui il pittore incontra sulla tela eroi ed emarginati, volti e mani che lavorano.

La Casa Museo Covili è gestita da CoviliArte, costituita dalla famiglia Covili nel 2000 per diffondere e salvaguardare la conoscenza dell’opera di Gino Covili. Offre un percorso espositivo con oltre 120 opere allestite su tre piani e ogni spazio garantisce un’esperienza multisensoriale al visitatore, fra giochi di luce che esaltano i capolavori del grande Maestro. "Ogni ambiente della casa – si legge nella presentazione – consente di vivere, grazie alla musica e ai suoni che accompagnano la promenade domestica, un viaggio immersivo in quelle che sono le stanze della memoria in cui nascevano le opere pittoriche di Covili. Come in un mito di creazione, terre, animali e uomini compongono il cosmo di Gino Covili. Nella cui casa rientrano cronache ordinarie, cicli, epopee di un mondo selvatico selezionati tra disegni, acquerelli, tecniche miste, olii e sculture dove l’umanità fa da padrona".

La struttura dispone di parcheggio privato, sala di accoglienza con esposizione temporanea e bookshop, spazi per iniziative, presentazioni ed eventi, oltre pergola bioclimatica nel grande parco e possibilità di servizi dedicati, esclusivi e su misura. L’ingresso è consentito solo su prenotazione con visita guidata e preventiva conferma di appuntamento. CoviliArte dal 2005 – con la scomparsa del Maestro – conserva e gestisce la collezione, ne cura l’archivio, rilascia perizia con certificato di autenticità e codice di catalogazione delle opere, allestisce e coordina l’organizzazione di mostre, manifestazioni, laboratori, eventi e pubblicazioni. Dal 2010 promuove uno spazio aperto per l’arte e la cultura mantenendo un rapporto diretto con il pubblico ed il collezionismo.

Dal 2019, con l’apertura della Casa Museo, propone visite guidate emozionali ed esperienze immersive personalizzate ad associazioni, aziende, scuole, turisti e visitatori, sia per piccoli gruppi, sia per gruppi organizzati, con possibilità di aperture dedicate per visite private e servizi di accoglienza personalizzati affinché ogni incontro possa essere vissuto come un piccolo evento.

Per informazioni e approfondimenti sono a disposizione i seguenti recapiti: +393931010101 (Informazioni generali); +393931010102 (Assistenza prenotazioni); +393389250232 (Direzione); e sito Internet: https:www.coviliarte.com.