Olimpiadi 2021, Alessandro Pajola nel match tra Italia e Germania
Olimpiadi 2021, Alessandro Pajola nel match tra Italia e Germania

Tokyo. 25 luglio 2021 - Un esordio perfetto quello della Nazionale di basket sul campo della Saitama Super Arena, che mette già un mattone importante per la qualificazione ai quarti di finale, possibile ma complicatissima alla vigilia, visto il girone equilibrato. L'Italia batte la Germania nonostante un match di grande sofferenza e piazzando un clamoroso parziale di 12-0 nell'ultimo quarto dall'80-82 fino al 92-82 finale. Una prova di carattere, con un Gallinari centellinato ma decisivo e una difesa ballerina nelle fasi iniziali di entrambi i tempi ma implacabile quando contava.

Tokyo, i risultati in diretta

LA PARTITA. Gli azzurri partono bene, Mannion mena le danze fino al 12-8 ma è un'illusione effimera: la Germania rischia e raccoglie tantissimo dall'arco, chiudendo il parziale con un mostruoso 8/13 da tre punti, il vero motivo che manda i tedeschi al +10 nel primo quarto (22-32) e di nuovo sul 49-59 a inizio ripresa. Sacchetti decide allora di dare più spazio a Gallinari e trova dal fuoriclasse Nba le risposte che cercava, con un Tonut che cresce sia sotto canestro che al rimbalzo. Il parziale finale è da brividi. Due triple consecutive di Fontecchio (5/5 nel match) e Melli danno agli azzurri il +4 a due minuti e mezzo dalla fine (82-86).Poi ancora Melli e Gallinari, assieme a un maestoso Pajola in difesa, puntellano un risultato fondamentale.

Tokyo 2020, le ragazze del volley partono col turbo: Russia schiacciata 3-0

LE VOCI. Così Danilo Gallinari, 18 punti per lui alla fine in 26 minuti di presenza in campo: «Una bella partita, abbiamo iniziato così così e loro invece hanno avuto percentuali mostruose al tiro nel primo tempo. Poi ci siamo registrati in difesa, mettendoci anche più furbizia oltre che tanta energia. Alla fine abbiamo messo i canestri importanti per chiuderla». Capitan Nicolò Melli parla con grande orgoglio del gruppo da lui guidato: «Un inizio incredibile. Mi hanno chiesto cosa si prova a vincere la prima da capitano: è una sensazione stupenda, tanto più in un match così, nel quale abbiamo sofferto tantissimo, siamo stati sotto per gran parte del match e siamo usciti alla distanza. Sono fiero di essere il capitano di questa squadra. Abbiamo fatto un secondo quarto clamoroso dopo la loro partenza sprint, poi l'abbiamo chiusa con grande intensità. Siamo fieri di ciò che abbiamo fatto, ora ci riposiamo, resettiamo, e pensaimo alla prossima». Infine il ct Meo Sacchetti: «Un match strano, nel quale siamo partiti difendendo male e loro facevano canestro anche con i lunghi. Abbiamo recuperato nel terzo quarto e li abbiamo messi sotto: ci è servito il match con Portorico, dove avevamo recuperato da -17. Cosa vuole dire questo? Che la mia squadra ha un carattere importante.

IL TABELLINO. Italia: Spissu ne, Fontecchio 20, Gallinari 18, Mannion 10, Melli 13, Moraschini 8, Pajola 2, Polonara, Ricci ne, Tessitori, Tonut 18, Vitali 3. All. Sacchetti