Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
18 mag 2022

Giro d'Italia in Emilia Romagna: Bologna saluta Lorenzo Fortunato

Ecco i corridori di casa nella tappa di oggi, la numero 11, della carovana rosa: oltre all'idolo di San Lazzaro che lo scorso anno conquistò lo Zoncolan anche Giovanni Aleotti, Luca Covili, Mirko Maestri e Jacopo Guarnieri

18 mag 2022
laura guerra
Sport
15-05-2022 Giro D'italia; Tappa 09 Isernia - Blockhaus; 2022, Eolo - Kometa; Fortunato, Lorenzo; Blockhaus; 
©SIROTTI/ AGENZIA ALDO LIVERANI SAS
Giro d'Italia, Lorenzo Fortunato (Alive)
15-05-2022 Giro D'italia; Tappa 09 Isernia - Blockhaus; 2022, Eolo - Kometa; Fortunato, Lorenzo; Blockhaus; 
©SIROTTI/ AGENZIA ALDO LIVERANI SAS
Giro d'Italia, Lorenzo Fortunato (Alive)

In questo Giro d'Italia dominato dagli stranieri che si sono presentati in massa al via, tra i 31 ciclisti professionisti al via della corsa rosa, sono in 5 gli emiliano romagnoli attesi oggi nella tappa di casa, da Santarcangelo di Romagna a Reggio Emilia, 203 km completamente piatti che saranno terreno di conquista dei velocisti.

Approfondisci:

Giro d'Italia 2022, tappa 11, Girmay si ritira: tappo di spumante nell'occhio

A Bologna si attende il cosiddetto 'saluto a casa' di Lorenzo Fortunato, il giovane portacolori della Eolo Kometa che, classe '96, che, cresciuto anche tra le fila della locale San Lazzaro, ha fatto sognare al Giro dell''anno scorso quando, centrando la fuga, ha conquistato un mostro chiamato Zoncolan.

Proseguendo, il percorso, porta nelle zone del terremoto 2012, proprio qualche giorno prima di celebrarne il decennale. E' qui che diventa protagonista Giovanni Aleotti, mirandolese ma da una vita a Finale Emilia, corre per la Bora. Scalatore, classe '99, ha vestito la maglia giovanile della Stella Alpina e della Sancarlese e nel suo palmares ha un tricolore da under 23 e da, professionista una tappa al Sibiu Cycling Tour con la classifica generale, la classifica giovani Settimana Ciclistica Italiana.

Saluto a casa anche se un po' distante dal tracciato, anche per Luca Covili di Pavullo nel Frignano, classe 1997, che gareggia con la Bardiani, team professionistico storico anch'esso emiliano guidato dai Reverberi. È col traguardo di Reggio Emilia che anche Mirko Maestri, che, nato a Guastalla, troverà certamente fans e famiglia ad aspettarlo. Portacolori della Eolo, il 32enne l'anno scorso ha messo in palmarès due vittorie: il GP Slovenian Istria e il GP Slovenia. Ultimo del poker di ciclisti emiliani al via del Giro, Jacopo Guarnieri della FDJ, nato nel milanese ma piacentino d'adozione essendo da tanti anni a Castell'Arquato.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?