Quotidiano Nazionale logo
2 lug 2017

Modena Park, il giorno dopo. Minniti: "Il concerto di Vasco, modello per la sicurezza"

I rifiuti rimossi con le ruspe, la città torna alla normalità. Il ministro: "Evento straordinario". Gentiloni: "Festa italiana di musica e di libertà". Renzi: "Organizzazione perfetta"

Vasco Rossi fine concerto Modena Park
Modena Park, il deflusso dei fan dopo il concerto di Vasco Rossi (foto Fiocchi)

Modena, 2 luglio 2017 - Modena Park, il giorno dopo. I 220 mila fan non scorderanno mai la grande festa del concerto kolossal di Vasco Rossi (FOTO), il più grande di sempre: 40 anni di canzoni in una notte da favola. 

E nel pomeriggio arriva il commento definitivo: quello del Kom: "E' stata la tempesta perfetta", ha detto Vasco Rossi.

Quando rimane deserto, il Parco Ferrari è un tappeto di rifiuti, già raccolti con le ruspe a metà mattina. Sono iniziate e procedono a gran velocità anche le operazioni di smontaggio del maxi palco. Tutte le strade intorno sono state aperte al traffico, tranne viale Italia nel tratto compreso tra via Corassori e la via Emilia, per permettere il passaggio degi operai e degli operatori di Hera.

Il deflusso dei fan è continuato nella notte senza particolari problemi (VIDEO). La situazione più tesa si era verificata alla stazione di treni, con urla e spintoni. Poi tutto si è tranquillizzato, alcuni fan hanno dormito direttamente al Parco Ferrari, altri in stazione, altri ancora sono tornati a ripopolare il centro storico.  Dopo la lunga notte di ieri, pochi i ragazzi che sono ancora in attesa di riprendere la via di casa.

Stazione dei treni, la lunga notte dei fan / LE FOTO
Stazione dei treni, la lunga notte dei fan / LE FOTO

Anche nelle strade, che hanno visto il lento e tranquillo fluire dei fan di Vasco per diverse ore dopo la fine concerto, il traffico comincia a riprendere in modo regolare senza le transenne e i divieti che hanno limitato o bloccato la circolazione negli ultimi due giorni.

Il bilancio del sindaco Muzzarelli / VIDEO

LO SPECIALE - Vasco Rossi Modena Park

Ligabue fa i complimenti a Vasco

GENTILONI - "Festa italiana di musica e di libertà Grazie anche alle forze dell'ordine per il loro lavoro". Così il premier Paolo Gentiloni ha commentato su twitter la riuscita del concerto di Vasco.
 

MINNITI - Sono arrivati i complimenti del ministro dell'Interno, Marco Minniti: il suo grazie al capo della polizia, Franco Gabrielli, con il prefetto e il sindaco di Modena, per l'ottimo lavoro svolto da tutte le forze di polizia impegnate ad assicurare lo svolgimento del concerto di Vasco. Lo rende noto un comunicato del Viminale. "Uno straordinario evento - ha sottolineato il ministro Minniti - reso possibile da una straordinaria cooperazione fra istituzioni nazionali, locali e private. Un modello che ha tenuto insieme la sicurezza in uno spazio aperto e la gioia di un evento indimenticabile". 

RENZI - "Della qualità artistica del concerto di Vasco Rossi si è detto tutto. E comunque non è ancora abbastanza. Tanto di cappello, punto. Un artista incredibile. Ma lasciatemi dare un abbraccio al Sindaco di Modena Gian Carlo
Muzzarelli, a tutta la città, a un'organizzazione semplicemente perfetta". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Matteo Renzi. "Modena ieri ha fatto vedere al mondo che cosa è capace di fare l'Italia dal punto di vista organizzativo, in piena collaborazione con le forze di sicurezza e con il Viminale. Quando qualcosa funziona, diciamolo! Siamo orgogliosi del vostro lavoro, Gian Carlo. Grazie per la vostra tenace passione e grazie per la qualità della vostra amministrazione. Viva Modena, viva l'Italia che non ha paura", aggiunge Renzi.

MALORI -  Dalla mattina di sabato alle 8,30 di oggi sono stati 84 i pazienti giunti ai pronto soccorso di Modena, di cui 33 inviati dai Punti Medici Avanzati (Pma), all'interno del megaconcerto di Vasco (che hanno visitato circa 1830 persone), 51 giunti direttamente in ospedale con i mezzi di soccorso dall'area circostante all'evento. Di questi 6 sono ancor in osservazione, 3 sono stati ricoverati, 75 sono già stati dimessi. Si è trattato soprattutto di qualche ubriaco, di alcune fratture subite durante partite di calcetto o pallavolo, pochi i problemi legati al caldo (VIDEO): qualcuno ha lamentato difficoltà respiratorie.

Serata tutto sommato tranquilla. Il caso più grave registrato nella due giorni del Modena Park rimane quello del 40enne romano che, alle 6 della mattina di sabato, ha accusato un arresto cardiaco in un camper ed è morto all'ospedale di Baggiovara.

TRENI - Sono stati circa 40mila, quasi il doppio rispetto alle previsioni iniziali degli organizzatori, i fan di Vasco che hanno raggiunto in treno Modena per il concerto evento di ieri sera. Fra le 00.30 e le 6.00 sono state 28 le corse regionali straordinarie e 3 i treni a lunga percorrenza anch'essi straordinari per il rientro degli spettatori verso Bologna, Rimini, Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Milano/Torino, Venezia e Roma.
Dalle 00.00 alle 8.00,  considerata anche l'offerta ordinaria, sono stati 49 i convogli  che hanno fatto servizio nella stazione di Modena: in media una corsa ogni 10 minuti. Per evitare l'acquisto di un numero di biglietti superiore all'offerta disponibile, Trenitalia ne aveva sospeso la vendita nel pomeriggio di govedì 29 giugno.

L'accesso alla stazione è  stato regolamentato e consentito di volta in volta, esclusivamente al numero di persone coerente con i treni in partenza. Per contenere le inevitabili file di attesa, erano stati numerosi gli appelli a diluire i rientri e, se possibile, a trattenersi ancora un po' in città dopo il concerto.
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?